Piano di ammortamento di un mutuo con dati online in Excel

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Realizzare piani di ammortamento prestiti è un’operazione semplice e veloce: Microsoft Excel dispone di un modello deputato a tale scopo e molto conosciuto ed utilizzato anche dalle aziende. Tuttavia, quando si tratta di mutui legati all’Euribor, ovvero quei prestiti il cui tasso variabile è dato dalla somma dell’Euribor nel periodo di riferimento con l’aggiunta di uno split determinato in fase di contrattazione del prestito, la cosa si complica leggermente, perché il calcolo della rata deve essere aggiornato ai dati del periodo e quindi si presuppone che essa venga ricalcolata.

In questo tutorial, vediamo come applicare degli automatismi al modello di Microsoft Excel relativo al piano di ammortamento prestiti. Nella sostanza si tratterà di personalizzare il modello, in modo tale da ottenere l’aggiornamento del tasso – e di conseguenza della rata – tramite una connessione ad Internet ed un pulsante di refresh del piano di ammortamento.

Piano di ammortamento con aggiornamento automatico

scarica l’esempio
Realizzeremo il piano, supponendo di aver sottoscritto un contratto di mutuo per 10.000 euro in 10 anni, con rata semestrale, ad interesse variabile legato all’Euribor con uno split del 2% annuo (che equivale all’1% semestrale).

Posizioniamoci nella cella F4, andiamo nella scheda “Dati” e clicchiamo su “Da Web”; nella finestra che si aprirà digitiamo o copiamo l’indirizzo web dal quale attingere i dati relativi all’Euribor, ad esempio:

Link ai dati del Sole24 Ore

Dopo aver premuto “Vai”, viene fatta l’anteprima del sito; selezioniamo dalla freccetta gialla l’area che deve essere importata, nel nostro caso si tratta dell’Euribor ed in particolare di quello a 6 mesi, e clicchiamo su “Importa”.

Figura 2. Importare dati dal Web

Importare dati dal Web

Quindi nella successiva finestra, spuntiamo l’opzione “In un nuovo foglio di lavoro”, così da non intaccare la tabella del piano di ammortamento e clicchiamo su “Proprietà”. Nella finestra “Proprietà intervallo dati esterno” che si aprirà, spuntiamo l’opzione “Aggiorna dati all’apertura del file e diamo l’Ok due volte.

Figura 3. Impostare l’aggiornamento dei dati

Impostare l'aggiornamento dei dati

In un foglio a parte verrà importata la tabella, che abbiamo selezionato dal Web, della quale però ci interessano in verità solo le colonna A e C, ed in particolare la riga 12, cioè quella che riporta l’Euribor a 6 mesi in un anno di 365 giorni (anno solare). Inoltre le celle con i valori devono essere formattate come percentuale, altrimenti non è possibile utilizzare il contenuto in calcoli matematici, giacché di default risulterebbero in formato testuale.

Figura 4. Formattare i valori come percentuali

Formattare i valori come percentuali

Lanciamo Excel e, dall'”Office Button”, creiamo un nuovo file da “Modelli installati”; selezioniamo il modello “Ammortamento prestito” e clicchiamo su “Crea”.

Verrà generato un foglio contenente il piano di ammortamento di un prestito a tasso fisso, e bisogna considerare che alcune celle sono bloccate per impedire che vengano alterate. L’utente ha a disposizione solo la possibilità di inserire i dati nei campi vuoti, mentre il foglio genererà in automatico le rate.

All’inizio il nostro piano di ammortamento è vuoto e possiamo inserire alcuni campi come l’importo del prestito, la durata la frequenza della rata, ed il tasso di interesse.

Figura 1. Inserimento campi principali

Inserimento campi principali

Per il calcolo del tasso, che è fondamentale per realizzare l’ammortamento, possiamo prelevare il parametro dell’Euribor direttamente dal Web, così da non dover effettuare ogni volta l’aggiornamento.

Procediamo ora ad aggiungere lo split all’Euribor: nello stesso “Foglio1” aggiungiamo nella colonna D il calcolo dell’Euribor sommato allo split dell’1% semestrale, come appare in figura:

Figura 5. Calcolare lo split

Calcolare lo split

Rinominiamo questo foglio come “Euribor+split” e torniamo al foglio “Piano ammortamento prestito“. Qui ci posizioneremo nella cella D6 per inserire il tasso di interesse. Ovviamente non lo faremo a mano ogni volta, ma inseriremo una formula di equivalenza, nella quale diremo di copiare il valore della cella D12 del foglio “Euribor+split“.

Nella riga della formula, o direttamente nella cella D6 citata, inseriamo la seguente formula e diamo l’invio:

A questo punto il valore della cella D12 del foglio “Euribor+split” verrà ripetuto automaticamente nella cella D6 del foglio “Piano ammortamento prestito”, dopo ogni aggiornamento dell’Euribor e verrà generato il piano di ammortamento.

Figura 6. Il piano di ammortamento generato

Il piano di ammortamento generato

L’aggiornamento dei dati avviene -secondo quanto da noi disposto in precedenza- ogni volta che il file viene riaperto, sempre che sia disponibile la connessione ad Internet. Ma possiamo anche aggiornare il file manualmente da Dati>Aggiorna tutti.

Per concludere in maniera ordinata il lavoro, provvediamo a nascondere il foglio “Euribor+split“, così non potrà essere erroneamente alterato, essendo fondamentale per il calcolo dell’interesse. Clicchiamo con il tasto destro del mouse sulla linguetta “Euribor+split” e selezioniamo “Nascondi”.

di Gianfranco Budano

Per porre una domanda sul piano di ammortamento di un mutuo, sul contratto di mutuo in generale, sulle tipologie di mutuo, sulle normative vigenti in tema di mutuo ipotecario, clicca qui.

27 Agosto 2008 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso fisso
Il piano d'ammortamento alla francese è un piano di ammortamento che prevede una estinzione graduale del debito in cui la rata è composta da una quota di capitale e una parte d'interessi. Nel caso di mutuo a tasso fisso le rate sono tutte uguali, mentre nel caso di mutuo variabile possono aumentare o diminuire a seconda dell'andamento del tasso. Le quote che compongono la rata sono crescenti per il capitale e decrescenti per gli interessi. Questo vuol dire che inizialmente la rata è composta prevalentemente da interessi, mentre più si avvicina la scadenza, più aumenta la quota capitale rimborsata. Per ...

Piano di ammortamento mutuo a tasso variabile
Ho appena realizzato che il piano di ammortamento del mio mutuo a tasso variabile a 30 anni, segue il metodo tradizionale invece del metodo di ricalcolo della rata. Questo provoca un inesorabile aumento della rata, quando il tasso rimane stabile. Mi spiego meglio: ad ogni rata la quota capitale sale, ma la quota interessi scende in maniera molto inferiore. Il tutto fa sì che la rata aumenti nel corso di tutta la durata del mutuo fino a quasi raddoppiare! Mi chiedo se la banca non abbia dovuto informarmi di questo andamento all'atto della stipula, dove io ero a conoscenza ...

Piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso variabile
Il piano di ammortamento alla francese con tasso variabile è un piano di ammortamento che prevede una estinzione graduale del debito con rate in cui la quota capitale può essere gestita secondo le due modalità di seguito descritte: ricalcolando ad ogni variazione del tasso il piano d'ammortamento. In questo caso varia di volta in volta la quota capitale congiuntamente alla quota interessi; calcolando la quota capitale sulla base del tasso iniziale, mantenendola invariata per tutta la durata del piano. In questo caso si ricalcola, di volta in volta, solo la quota interessi (indicizzazione finanziaria). Generalmente l'istituto erogante utilizza la seconda ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su piano di ammortamento di un mutuo con dati online in excel. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • giuca giuseppe 2 Giugno 2009 at 22:06

    Ho scaricato il vostro file in excel per il calcolo del piano d’ammortamento non riesco a calcolare ad impostare i vari tassi trattandosi di un mutuo variabile acceso nel 2005

  • karalis 9 Ottobre 2008 at 21:23

    salve,
    ma ogni volta che riaggioniamo il foglio ricalcola interamente l’ammortamento, quindi veniamo a perdere il riferimento a quelle già pagate.

    non c’è un modo per far si che cambino solo le nuove al passare di ogni scadenza?

    grazie

    Commento di Giovanni | Giovedì, 9 Ottobre 2008

    Per eventuali modifiche bisogna contattare l’autore Gianfranco Budano sul sito indicato PMI.it linkato alla fine dell’articolo.

  • Giovanni 9 Ottobre 2008 at 20:10

    salve,
    ma ogni volta che riaggioniamo il foglio ricalcola interamente l’ammortamento, quindi veniamo a perdere il riferimento a quelle già pagate.

    non c’è un modo per far si che cambino solo le nuove al passare di ogni scadenza?

    grazie