Tremonti dice: Renato Brunetta è un cretino!

Ma è scemo?

"Maurizio, ma hai sentito quello che sta dicendo? Ma è scemo". Siamo nella sede del Ministero del Tesoro, alcuni membri del governo stanno presentando la manovra. Quando parla Renato Brunetta, il nostro obiettivo si sposta su Giulio Tremonti, il quale non sembra per nulla felice di quello che sta ascoltando. Gesti di insofferenza, commenti sarcastici riservati ai suoi vicini di posto, alti funzionari del Ministero, e di altri ministri, come quello del Welfare Sacconi.

I commenti al tavolo del governo sono piuttosto pesanti. Che ci sia un forte dissidio fra Renato Brunetta e Giulio Tremonti, è fatto noto. Innumerevoli gli scontri dentro e fuori il consiglio dei ministri. Ma questo video fotografa la situazione all'interno del governo e fa strage di mille dichiarazioni ufficiali.

"Io sono un economista, Giulio Tremonti non lo è" disse una volta il ministro dell'amministrazione pubblica, per essere poi sconfessato dallo stesso premier.

Renato Brunetta è proprio un cretino!

Ma torniamo al tavolo di via XX settembre. Giulio Tremonti dice al suo vicino di posto, riferendosi al ministro Renato Brunetta: "Questo è il tipico intervento suicida, è proprio un cretino". Poi si rivolge a Sacconi, seduto più lontano: "Maurizio, ma hai sentito quello che sta dicendo?". E Sacconi risponde: "Non lo seguo nemmeno".

A un certo punto, il ministro del Tesoro, evidentemente innervosito, cerca di interrompere Brunetta con una battuta. Ma l'aria è pesante. E questo video lo dimostra più di mille indiscrezioni.

Da Repubblica

Fuori onda - Renato Brunetta parla, Giulio Tremonti lo demolisce: "E' un cretino"

Il luogo è il ministero dell'Economia in via XX Settembre. Il titolare Giulio Tremonti presenta alla stampa la manovra economica appena firmata dal presidente della Repubblica. Al suo fianco, vari colleghi del governo. Tutti seduti allo stesso tavolo. Quando tocca al responsabile della Funzione pubblica, Renato Brunetta, illustrare i correttivi alla spesa del pubblico impiego, Giulio Tremonti sembra subito spazientirsi.

E, rivolgendosi prima al ragionere generale dello Stato Mario Canzio, poi al capo di gabinetto del suo ministero Vincenzo Fortunato, quindi al ministro del Welfare Maurizio Sacconi, commenta: "Renato Brunetta è'proprio un cretino", "questo è il tipico intervento suicida". Sussurri taglienti, con una nota di divertita perfidia. I suoi interlocutori non lo contraddicono. Anzi. Intanto allo stesso tavolo, a pochi centimetri di distanza, Renato Brunetta continua a parlare. E, nel parlare dei provvedimenti per il taglio alle auto blu, cita proprio Giulio Tremonti. Che sbuffa e si prende la testa fra le mani.

Comunque, il sospetto che nasce è che, almeno per una volta, Giulio Tremonti abbia proprio ragione ...

Vieni avanti, Brunetta

La reazione di Brunetta. Il titolare dell'Innovazione, in una nota, fa sapere che oggi a margine del Consiglio dei ministri ha ricevuto le scuse di Tremonti, che lo ha abbracciato. Poi però aggiunge: "Ma non ho ben capito cosa sia successo, del resto io sono tardi di comprendonio...". Più tardi dirà di non considerare "i fuori onda", perché a suo parere sono come "intercettazioni illegali". "L'importante - conclude - è il prodotto finito".

Beh, contento lui ...

7 luglio 2011 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tremonti dice: renato brunetta è un cretino!. Clicca qui.

Stai leggendo Tremonti dice: Renato Brunetta è un cretino! Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 7 luglio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

1 2

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca