Pensioni e Ape: tutte le novità della riforma

Tutto ciò che il contribuente deve conoscere sulla riforma pensioni e l'Ape (anticipo pensionistico).

Il nuovo sistema per l'anticipo pensionistico è uno dei nodi della riforma poiché riguarda molti lavoratori interessati alla pensione anticipata con uno sconto fino a tre anni dal requisito standard di 66 anni. Come funziona e quanto costa ai lavoratori che decidono di usufruirne? Riforma pensioni, novità Ape, vediamo quanto si perderà con questo accesso alla pensione anticipata.

Infatti, se Ape consente da una parte di andare in pensione anticipata, dall'altra ha un costo per la restituzione del prestito che dura per molti anni.

L'Ape volontario consentirà ai lavoratori di chiedere l'anticipo pensionistico da un minimo dell'85% dell'importo totale della pensione, fino al 95% per le uscite anticipate di un solo anno.

Quindi l'Ape avrà un tetto diversificato in base all'anticipo richiesto, e toglierà la tredicesima mensilità a ogni anno di anticipo.

Pensioni anticipate, che oltre all'anticipo pensionistico e alla variante Ape Social, e la Rita, prevedono nella legge di Bilancio 2017 anche altre possibilità come la Quota 41, la Quota 96, il cumulo gratuito e l'ottava salvaguardia insieme ad altri provvedimenti della riforma delle pensioni 2016 indirizzati a chi è già in pensione come l'aumento della Quattordicesima

Mentre l'Ape Social è soltanto per alcune categorie di lavoratori, in particolare a chi ha perso il lavoro e ha cessato i sussidi da almeno tre mesi e non ha costi di restituzione, l'anticipo pensionistico Ape è stato spesso al centro delle polemiche a causa dell'onerosa restituzione del prestito iniziale, erogato da banche e istituti assicurativi.

Nel testo della legge di Bilancio approvata dalla Camera e inviata al Senato, la riforma delle pensioni prevede che l'Ape volontario sia attivo a partire dal 1° maggio 2017 e che i dettagli ancora mancanti dovranno essere chiariti in un decreto atteso per marzo.

Vediamo allora quanto si perderà con l'Ape e la restituzione del prestito.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati - clicca sul link dell'argomento di interesse

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info