Stati esteri dove risiedere con una pensione quasi esentasse

Stati esteri dove risiedere con una pensione quasi esentasse

Sono imponibili comunque in Italia le pensioni corrisposte a persone non residenti dallo Stato italiano, da enti residenti nel territorio dello Stato o da stabili organizzazioni nel territorio stesso. Con alcuni Paesi sono in vigore Convenzioni per evitare le doppie imposizioni sul reddito, in base alle quali le pensioni corrisposte a cittadini non residenti sono tassate in modo diverso a seconda che si tratti di pensioni pubbliche o di pensioni private.

Sono pensioni pubbliche quelle pagate dallo Stato italiano o da una sua articolazione politica o amministrativa o da un suo ente locale (gestione INPS ex INPDAP). In linea generale tali pensioni sono imponibili soltanto in Italia. Sono pensioni private quelle corrisposte da enti, organismi o istituti previdenziali italiani preposti all’erogazione del trattamento pensionistico (gestione INPS).

In linea generale tali pensioni sono imponibili soltanto nel Paese di residenza del beneficiario. Per il trattamento di stipendi e pensioni percepiti da contribuenti residenti in altri Paesi è necessario consultare le singole Convenzioni (i testi delle Convenzioni sono riportati nel sito Internet dell’Agenzia delle Entrate).

Diamo di seguito una sintesi di quanto prevedono alcune delle vigenti Convenzioni per quanto riguarda la tassazione delle pensioni erogate da enti pubblici e privati situati in Italia ad un contribuente residente all’estero.

ARGENTINA – REGNO UNITO – SPAGNA – STATI UNITI – VENEZUELA

Le pensioni pubbliche di fonte italiana sono di norma tassate solo in Italia, ad eccezione dei casi in cui il contribuente ha la nazionalità dello Stato estero in cui risiede. Le pensioni private percepite da residenti in questi Paesi non sono assoggettate a tassazione in Italia.

BELGIO

Le pensioni pubbliche di fonte italiana sono di norma tassate solo in Italia. Tuttavia le stesse non sono assoggettate a tassazione in Italia se il beneficiario, residente in Belgio, ha la nazionalità belga e non quella italiana. Le pensioni private percepite da cittadini italiani residenti in Belgio non sono assoggettate a tassazione in Italia.

PORTOGALLO

Le pensioni pubbliche di fonte italiana sono di norma tassate solo in Italia. Tuttavia le stesse non sono assoggettate a tassazione in Italia se il beneficiario, residente in Portogallo, ha la nazionalità portoghese e non quella italiana. Le pensioni private percepite da cittadini italiani residenti in Portogallo non sono assoggettate a tassazione in Italia.

GERMANIA

Le pensioni pubbliche di fonte italiana sono di norma tassate solo in Italia, ad eccezione dei casi in cui il contribuente ha la nazionalità dello Stato estero di residenza e non quella italiana. Le pensioni private percepite da cittadini italiani residenti in Germania non sono assoggettate di regola a tassazione in Italia.

FRANCIA

Le pensioni pubbliche di fonte italiana sono di norma tassate solo in Italia, ad eccezione dei casi in cui il contribuente ha la nazionalità francese e non quella italiana. Le pensioni private italiane sono tassate, secondo una regola generale, solo in Francia, tuttavia le pensioni che la vigente Convenzione Italia-Francia indica come pensioni pagate in base alla legislazione di “sicurezza sociale” sono imponibili in entrambi gli Stati.

SVIZZERA

Le pensioni pubbliche di fonte italiana sono assoggettate a tassazione solo in Italia se il contribuente ha la nazionalità italiana; le stesse non sono quindi imponibili in Italia se il contribuente residente in Svizzera non ha la nazionalità italiana. Le pensioni private sono tassate soltanto in Svizzera.

CANADA

Le pensioni pubbliche sono imponibili esclusivamente in Italia. Le pensioni private di fonte italiana non sono assoggettate a tassazione in Italia se l’ammontare non supera il più elevato dei seguenti importi: 10.000 dollari canadesi o 6.197,48 euro. Se viene superato questo limite le pensioni sono tassabili anche in Italia.

AUSTRALIA

Le pensioni, sia pubbliche che private, non sono assoggettate a tassazione in Italia.

ALTRI PAESI

Per l’elenco completo dei paesi con cui sono in vigore Convenzioni per evitare le doppie imposizioni è disponibile questa risorsa.

Da un esame sommario della documentazione linkata sembrerebbe che, alla data di pubblicazione di questo articolo, i Paesi di residenza in cui i pensionati con cittadinanza italiana percipienti una pensione pubblica (INPS gestione ex INPDAP) possano fruire di una effettiva detassazione, siano esclusivamente Tunisia ed Australia.

19 Marzo 2018 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pensione esentasse? - Tutti in Portogallo!
E' vero, in alcuni Stati, tra i quali il Portogallo, le pensioni private (gestione INPS) sono pagate all'ex contribuente esentasse: non è questo il caso, però, delle pensioni pubbliche, ovvero quelle percepite dagli ex lavoratori della PA. Più nel dettaglio è possibile dire che sono pensioni pubbliche quelle pagate dallo Stato italiano o da una sua articolazione politica o amministrativa o da un suo ente locale (INPS). In linea generale tali pensioni sono imponibili soltanto in Italia. Sono pensioni private quelle corrisposte da enti, organismi o istituti previdenziali italiani preposti all'erogazione del trattamento pensionistico (gestione INPS). Dunque, proseguendo, in Portogallo, ...

Valenza del domicilio fiscale per la notifica degli atti da parte dell'Agenzia delle Entrate e casi di difformità con la residenza anagrafica del contribuente - Comunicazioni di elezione e di variazione del domicilio fiscale
A norma dell'articolo 58 del decreto presidente repubblica 600/1973 le persone fisiche residenti nel territorio dello Stato italiano hanno il domicilio fiscale nel Comune nella cui anagrafe sono iscritte. In tutti gli atti, contratti, denunzie e dichiarazioni che vengono presentati agli uffici finanziari deve essere indicato il Comune di domicilio fiscale delle parti, con la precisazione dell'indirizzo. L'articolo 60, sempre nel dpr 600/1973, prevede che è facoltà del contribuente eleggere domicilio presso una persona o un ufficio nel Comune del proprio domicilio fiscale per la notifica degli atti o degli avvisi che lo riguardano e che, in tal caso, l'elezione ...

Quando un cittadino italiano può essere considerato fiscalmente residente all'estero
L'articolo 2, comma 2, del DPR (Decreto del Presidente della Repubblica) 917/1986 (TUIR - Testo Unico delle Imposte sul Reddito), considera residenti in Italia le persone che per la maggior parte del periodo d'imposta sono iscritte nelle anagrafi della popolazione residente o hanno nel territorio dello Stato il domicilio o la residenza ai sensi del Codice civile. Le tre condizioni sopra citate sono tra loro alternative, essendo sufficiente che sia verificato, per la maggior parte del periodo d'imposta, uno solo dei predetti requisiti affinché una persona fisica venga considerata fiscalmente residente in Italia e, viceversa, solo quando i tre presupposti ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su stati esteri dove risiedere con una pensione quasi esentasse. Clicca qui.

Stai leggendo Stati esteri dove risiedere con una pensione quasi esentasse Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 19 Marzo 2018 Ultima modifica effettuata il giorno 14 Ottobre 2020 Classificato nella categoria Article schema org Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)