Importo della pensione sociale sociale e minimo vitale

La prassi giuridica prevalente concorda nel considerare l'importo erogato con l'assegno sociale come livello soglia di impignorabilità della pensione di vecchiaia o di anzianità.

Infatti la ratio della pensione sociale è proprio quella di assicurare ai cittadini ultra sessantacinquenni, in disagiate condizioni economiche, un reddito sufficiente per le minime esigenze di vita. I giudici di legittimità ritengono, pertanto, che possa essere disposto il pignoramento della pensione di vecchiaia o di anzianità solo nella misura di un quinto della quota netta mensile che va ad eccedere il minimo vitale.

25 maggio 2014 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca