Pensione per le casalinghe - come ottenerla

Chi può iscriversi al fondo pensione casalinghe

Possono iscriversi al fondo di previdenza per le casalinghe, i soggetti di entrambi i sessi e di età compresa fra i 15 e i 65 anni di età se:

  1. svolgono lavoro in famiglia non retribuito connesso con responsabilità familiari, senza vincoli di subordinazione;
  2. non sono titolari di pensione diretta;
  3. non prestano attività lavorativa dipendente o autonoma per la quale sussista l’obbligo di iscrizione ad altro ente o cassa previdenziale;
  4. prestano attività lavorativa part-time se, in relazione all'orario e alla retribuzione percepita, si determina una contrazione delle settimane utili per il diritto a pensione.

Come iscriversi al fondo di previdenza per le casalinghe

La domanda di iscrizione deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  1. Web – avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell'Istituto, www.inps.it;
  2. telefono – contattando il contact center multicanale, al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento secondo la tariffa del proprio gestore telefonico;
  3. patronati e tutti gli intermediari dell'Istituto - usufruendo dei servizi telematici offerti dagli stessi.

Se non ci sono condizioni ostative all'iscrizione al fondo la domanda viene accolta automaticamente e l’interessato può iniziare i versamenti dopo aver ricevuto la comunicazione di accoglimento della richiesta, corredata dai primi bollettini di conto corrente postale predisposti per il pagamento.

L’iscrizione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. Una volta effettuata conserva la sua validità anche se non sono stati eseguiti versamenti.

Quanto costano i contributi al fondo pensione casalinghe

L'importo dei versamenti è libero, tuttavia, versando almeno 25,82, euro verrà accreditato un mese di contribuzione.

L'Inps accrediterà per ogni anno tanti mesi di contributi quanti ne risultano dividendo l'importo complessivo versato nell'anno per 25,82 euro (se si versano in un anno 110 euro, ad esempio, i mesi accreditati saranno 4).

Il versamento può essere effettuato in qualsiasi momento dell'anno con bollettini di conto corrente postale che l'Inps invia a casa insieme alla lettera di accoglimento dell'iscrizione.

I contributi versati sono interamente deducibili dal reddito imponibile Irpef del dichiarante, anche per i familiari fiscalmente a carico.

La pensione a cui a diritto la casalinga che versa i contributi al fondo

Spettano, a carico dell'Inps, le seguenti prestazioni:

  1. pensione di inabilità, con almeno 5 anni di contributi, a condizione che sia intervenuta l'assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa;
  2. vecchiaia, a partire dal 57° anno di età, a condizione che siano stati versati almeno 5 anni (60 mesi) di contributi.

La pensione di vecchiaia:

  1. viene liquidata solo se l'importo maturato risulta almeno pari all'ammontare dell'assegno sociale maggiorato del 20% (1,2 volte l'assegno sociale);
  2. si prescinde dall'importo al compimento del 65° anno di età.

Non è prevista la concessione della pensione ai superstiti.

23 maggio 2014 · Ludmilla Karadzic


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La pensione sociale (o assegno sociale) - come ottenerla
La pensione sociale, o assegno sociale, è una prestazione di carattere assistenziale che prescinde del tutto dal versamento dei contributi e spetta ai cittadini che si trovino in condizioni economiche disagiate ed abbiano situazioni reddituali particolari previste dalla legge. Il diritto alla prestazione è accertato in base al reddito personale ...
Pensione di invalidità civile » Se la domanda è ancora in sospeso per ottenerla va conteggiato il reddito personale
Pensione di invalidità civile: conta il reddito personale o quello familiare? Pensione di invalidità civile: va conteggiato il reddito personale e non quello familiare, se la domanda è ancora in sospeso. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione, con sentenza 21807/14. Secondo quanto si apprende dalla pronuncia in ...
La pensione sociale o assegno sociale agli extracomunitari
L'assegno sociale è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti che si trovano in condizioni economiche particolarmente disagiate con redditi non superiori alle soglie previste annualmente dalla legge. Prima del gennaio 1996 veniva anche indicata come pensione sociale. Il diritto alla prestazione è accertato in base al ...
Pensione di invalidità - Per ottenerla va preso a riferimento il reddito IRPEF al netto degli oneri deducibili o quello lordo?
Il reddito cui occorre fare riferimento per la pensione d'invalidità civile è quello imponibile, costituito dal reddito complessivo del contribuente al netto degli oneri deducibili (indicati dall'articolo 10 della legge 917/1986 - Testo Unico delle Imposte sul Reddito o TUIR) quali, tra gli altri, le spese mediche, gli assegni periodici ...
Attribuzione della pensione di invalidità - per il requisito reddituale conta l'anno da cui decorre la prestazione
Ai fini dell'accertamento del requisito reddituale previsto per l'attribuzione della pensione di inabilità deve farsi riferimento all'anno da cui decorre la prestazione e deve tenersi conto non solo del reddito personale dell'invalido, ma anche di quello eventuale del coniuge fino alla data di entrata in vigore del decreto legge 76/13 ...

Spunti di discussione dal forum

INPS: Avviso bonario versamenti contributi anno 2009 – C’è prescrizione?
Il 30 Giugno 2015 mi è arrivato un avviso bonario da parte dell'INPS che mi invita a pagare dei contributi non versati per l'esercizio da lavoro autonomo che ho avuto nell'anno 2009 (ero dipendente con partita iva). Preciso che da verifiche che ho fatto che effettivamente quell'anno la commercialista non…
Soggetto titolare di più pensioni – Il minimo vitale impignorabile si applica a ciascuna pensione o al totale?
Sono complessivamente beneficiario di una pensione INPS di vecchiaia da 500 euro e una di invalidità sempre INPS da 300 euro al mese: in più da Ente pubblico diverso euro 50 al mese. Il famoso limite dei 680 euro (assegno sociale + metà, o minimo vitale) vale nei confronti di…
Previdenza – Quali sono gli importi minimi della pensione (di vecchiaia) e dell’assegno sociale?
Sono una donna nata nel 1953: percepisco una pensione di reversibilità e sono una lavoratrice dipendente dal febbraio del 2003. Sono stata ad un patronato quest'estate e secondo il calcolo dovrei andare in pensione il 1 Marzo del 2024. Questa mattina però andando all'Inps e chiedendo l'estratto previdenziale noto che…
Recupero credito INPS – trattenuta su pensione e minimo vitale in base a decreto legge 83/15
Sono titolare di pensione di 578 euro al mese (al di sotto dei 672 pari all'assegno sociale aumentato della metà) e nonostante ciò l'INPS continua da anni a trattenere 97€ al mese per recupero crediti. Lo può fare? Non è impignorabile la mia pensione? Come posso tutelarmi?
Assegno sociale e piccola pensione tedesca – Possono essere pignorate per un indebito pensionistico di cui non ho colpa?
Ho quasi 70 anni e finora ho percepito l'assegno sociale di euro 450 circa, + una piccola pensione tedesca di circa 200 euro + una piccola pensione svizzera di circa 70 euro. Totale circa 700 euro. Giorni fa mi è arrivata una richiesta dall'Inps di restituzione di oltre 7000 euro…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pensione per le casalinghe - come ottenerla. Clicca qui.

Stai leggendo Pensione per le casalinghe - come ottenerla Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 23 maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria sostegno al reddito - contributi incentivi pensione di inabilità e assegno di invalidità - assegno familiare e per il nucleo familiare - indennità di disoccupazione Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?