Penale per disattivazione telefonia fissa mascherata con altro nome

Penale disattivazione compagnia telefonica - E' legale?

Ho appena deciso di chiudere il mio contratto di telefonia fissa con Telecom per passare ad altra compagnia: dopo aver comunicato la richiesta, mi è stato detto di dover pagare il "costo di disattivazione linea".

A me sembra solo un modo diverso per chiamare una penale dopo la chiusura di un contratto.

Ma non erano state abolite?

E' legale tutto questo, devo pagare?

Penale disattivazione compagnia telefonica - Non è legale e può presentare ricorso

Lei ha ragione, non è legale: la penale per la disattivazione delle linee fisse, pur essendo stata abolita con la liberalizzazione del 2007 per favorire la concorrenza nel settore della telefonia, viene ancora fatturata per ostacolare il recesso dei consumatori.

C’è chi la chiama "Contributo di disattivazione" (Tiscali), chi invece "Costo disattivazione linea" (Telecom), chi ancora "Costo per attività di migrazione" (Infostrada) e chi in ultimo "Importo per dismissione" (Fastweb) .

L’aggravio sulla bolletta può variare da 30 a oltre 100 euro.

Si va dai 55 euro di Fastweb nel caso di passaggio ad altro operatore, per chi possiede una linea in fibra più telefono, ai 35 euro di Infostrada per telefono + Adsl; ai 60,50 euro di Telecom Italia fino agli 87 euro di Tiscali (sempre per Adsl + telefono).

E ancora più elevati risultano gli addebiti in bolletta quando la richiesta è di cessazione della linea.

Così l’AGCOM, da oggi, ha un nuovo fascicolo sulla scrivania: si tratta del ricorso presentato da Altroconsumo contro gli operatori di telefonia fissa.

Fastweb, Infostrada, Telecom, Teletù, Tiscali e Vodafone sono tutti sul banco degli imputati per violazione delle regole sulla concorrenza e sul mercato.

Le contestazioni riguardano tanto la carente informativa fornita al consumatore, quanto l’esosità degli importi richiesti agli sfortunati utenti che decidono di cambiare contratto.

Il ricorso è legittimo.

Per poterlo presentare, può utilizzare il modulo qui sotto, redatto da Altroconsumo:

Penale Modulo Altroconsumo

17 gennaio 2013 · Andrea Ricciardi


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratto H3G e penale per inadempienze - Come ci si deve comportare?
A ottobre 2012 ho disdetto anticipatamente un contratto H3G con abbonamento top 400 per l'acquisto di un samsung galaxy S3: il contratto prevedeva un finanziamento da me onorato al momento della chiusura e consigliato dall'operatore. Ho effettuato la migrazione di operatore usando la portabilità del mio vecchio numero di telefono. ...
Pratiche scorrette telefonia » Aumentano le sanzioni agli operatori ma il numero dei contenziosi cresce ancora: il punto sulla situazione
Pratiche scorrette da parte degli operatori di telefonia: 15.000 procedure di conciliazione paritetica per problemi di telefonia nel solo 2016, per tutto il 2017 se ne prevedono 18000, si tratta dei contenziosi tra utenti e società operatrici, in crescita costante dal 2010 ad oggi. Pratiche scorrette da parte degli operatori ...
Morosità bollette telefoniche - come funziona
L'Antitrust aveva avviato una istruttoria per verificare se il comportamento di Telecom di subordinare l'attivazione della linea telefonica al pagamento delle morosità accumulate da terzi su quell'utenza, potesse costituire un abuso di posizione dominante o precludesse l'accesso ai servizi di telefonia ai clienti, penalizzando gli altri operatori. L'istruttoria è stata ...
Contratti a distanza » Nuove disposizioni per penali e costi di disattivazione
Da giugno 2014 cambieranno molte disposizioni riguardo alla normativa di applicazione sui contratti a distanza. Novità su penali, costi di disattivazione, diritto di recesso e molto altro. Vi aggiorniamo sulle principali novità in materia di contratti a distanza contenute in un decreto del Consiglio dei Ministri e che saranno operative ...
Chiusura dei contratti di telefonia » Attenzione: Può costare caro
Quando firmano, pochi guardano così avanti. Leggono tutte le clausole del contratto, o notano sul sito il piccolo link delle Condizioni. Ma lasciare casa, magari per cambiare città o andare a convivere con il partner, prima o poi capita. E allora si scopre che chiudere l'utenza telefonica può essere una ...

Spunti di discussione dal forum

Morosità erroneamente attribuita ad ex utente Teletu
Mio padre nel 2009 ha chiesto la cessazione dal servizio di telefonia Teletu, richiesto con raccomandata A/R. Successivamente abbiamo aperto una nuova linea Telefonica con Telecom italia. Sono continuate ad arrivare altre fatture di 50 euro della vecchia linea tele tu quando già mio padre era entrato con la nuova…
Disdetta contratto telecom per decesso intestatario – costi realmente dovuti
In seguito al decesso dell'intestatario di una linea fissa telecom è stata effettuata la richiesta di disdetta e cessazione della linea. A questo proposito volevo sapere quali sono i costi dovuti a Telecom, considerando appunto che l'intestatario (e unico fruitore della linea) non c'è più e quindi materialemente impossibilitato a…
Recupero crediti per conto di Telecom
Nel mese di luglio ho chiesto per motivi di cambio di residenza il trasloco della mia linea telecom fibra e il centro assistenza mi ha detto che non era possibile fare il cambio di residenza per la linea fibra e che quindi dovevo chiudere il vecchio contratto e aprirne uno…
Contenzioso con fastweb per addebito dovuto a recesso anticipato
Nei primi giorni di dicembre 2013 ho sottoscritto, via telefono, un contratto adsl + fisso con fastweb, migrando da telecom: in data 24/12/13 parte la fornitura del servizio. L'operatore, all'atto della sottoscrizione, mi aveva detto che la promozione sarebbe durata un anno e che prima della scadenza avrei dovuto chiamare…
Recesso contratto telefonia con penale
Ho recesso erroneamente un contratro di telefonia con penale spinto da un servizio clienti pressante che mi ha comunicato che a scadenza avrei perso il numero di telefono. Ho fatto la portabilità verso un altro operatore a 7 gg dalla scadenza e mi hanno mandato 245 euro da pagare. Se…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su penale per disattivazione telefonia fissa mascherata con altro nome. Clicca qui.

Stai leggendo Penale per disattivazione telefonia fissa mascherata con altro nome Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 17 gennaio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 2 ottobre 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • marte 14 luglio 2013 at 16:44

    Buon giorno, vorrei porre la mia domanda in quanto il mio caso è simile ma non uguale a quello sopra descritto da Andrea Ricciardi.
    Circa 1 mese fa ho disdetto la linea fissa Telecom, la disdetta inizialmente mi era stata rifiutata in quanto l’intestatario di tale contratto è deceduto, dunque dopo aver re-inviato i documenti richiesti (certificato di morte dell’intestatario, fotocopia documento erede) l’operatore mi disse che l’ultimo mese essendo stato pagato in anticipo mi sarebbe stato rimborsato.
    Ora, la sorpresa che è arrivata un’ ulteriore bolletta da pagare, con le spese di disattivazione pari a circa 30 euro che sottratti quelli del presunto rimborso, rimangono comunque da pagare circa 9 euro.
    Non è per il valore dei 9 euro è perchè tutto questo non mi sembra giusto.
    Se non pago i 9 euro cosa succede visto che il contratto era intestato ad un defunto?
    Il rimborso dell’abbonamento pari a un mese di servizio non usufruito è perso/regalato?
    Le spese di disattivazione non erano state abolite con la liberizzazione del 2007?

    • Andrea Ricciardi 15 luglio 2013 at 12:36

      La penale per la disattivazione delle linee fisse, pur essendo stata abolita con la liberalizzazione del 2007 per favorire la concorrenza nel settore della telefonia, viene ancora fatturata per ostacolare il recesso dei consumatori. C’è chi la chiama “Contributo di disattivazione”, chi invece “Costo disattivazione linea”, chi ancora “Costo per attività di migrazione” e chi in ultimo “Importo per dismissione”. L’aggravio sulla bolletta può variare da 30 a oltre 100 euro.

      Ovviamente, non è un procedimento legale, e lei non deve pagare alcuna spesa di disattivazione. Sarebbe opportuno presentare un ricorso. Il modulo per il ricorso, redatto da Altroconsumo, è disponibile qui

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?