I problemi di parcheggio all'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino » Sosta selvaggia e non solo

All'aeroporo Leonardo da Vinci di Fiumicino a Roma, secondo gli specialisti di Quattroruote, i risultati sono stati piuttosto deludenti. Molto deludenti.

I prezzi, a volte, sono anche invitanti, ma il livello del servizio garantito è quasi sempre inadeguato: vetture parcheggiate lungo le strade, nessuna vigilanza, utilizzo dell'auto per fini propri e violazioni importanti del codice della strada, con tutte le possibili conseguenze del caso.

Il problema riscontrato più frequentemente è il parcheggio in area non recintata, come invece prevedono le clausole nei documenti firmati al momento della consegna delle chiavi, e, soprattutto, non custodita

Le verifiche sono state numerose.

In un caso una Smart è stata lasciata per ore sulle strisce blu non ancora operative di via dell'Aeroporto di Fiumicino (una strada con due corsie per senso di marcia) che dista circa un chilometro e mezzo dall'aerostazione. La piccola citycar è stata spostata più volte e spesso parcheggiata anche in modo poco ortodosso.

E poi, oltre ai parcheggi selvaggi e incustoditi, anche le auto usate per scopi personali da parte dei dipendenti del car valet: Dopo il tramonto una persona diversa da quella che aveva consegnato l'auto ha utilizzato le doppie chiavi per aprire la portiera e prelevare alcune cose all'interno, ma nessuno si è accorto dell'accaduto. Nel corso di un altro test, con un operatore diverso, la vettura è stata regolarmente lasciata in un posteggio recintato ma, durante il percorso di avvicinamento, il driver ha avuto un comportamento poco professionale: ha percorso ben 13 chilometri con la vettura affidata e si è addirittura fermato in un market per fare la spesa.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca