PAGAMENTO AFFITTO

Ho 23 anni lavoratore a tempo indeterminato vivo a casa con la mia famiglia.
Per problemi burocratici/ereditari da circa un anno non viene più pagato l'affitto.

Qualora la faccenda si sbloccasse la mia famiglia si ritroverebbe a dover pagare tutti gli arretrati.

Facendo conto che i miei genitori non riescano a pagare tutta la somma stabilita, l'affittante può rivalersi sul il mio c/c considerando che possiedo un reddito ed abito nella stessa casa?

Il locatore potrà rivalersi solo sul firmatario del contratto di affitto, eccezion fatta per eventuali pignoramenti mobiliari che potrebbero colpire indistintamente tutti i beni (non quelli impignorabili) presso la Vostra residenza dei quali non sappiate provare la proprietà di terzi.

Il Suo conto corrente è quindi al sicuro.

16 marzo 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione personale tra coniugi » Ex casa coniugale in affitto: ora chi paga il contratto di locazione?
Separazione personale tra due coniugi: in caso di contratto di locazione per l'ex casa coniugale, il padrone di casa da chi deve pretendere il pagamento dell'affitto? Chiariamo la questione nell'articolo seguente. Come sappiamo, nella fattispecie di una separazione personale tra due coniugi, durante la controversia in tribunale, viene decisa anche ...
Il mutuo affitto
Il mutuo affitto è un mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile. Il mutuo affitto è un contratto di prestito. Il mutuo affitto consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente ...
Canoni di locazione » Il versamento dell'affitto è dovuto fino alla riconsegna delle chiavi dell'appartamento
Il conduttore deve continuare a pagare l'affitto finché non riconsegna le chiavi dell'immobile: non importa se ha smesso smesso di viverci da diverso tempo perché, ad esempio, è crollato il soffitto. Non è consentito, infatti, al conduttore astenersi dal versare il canone, ovvero ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si ...
Contratto di locazione » Ritardo nel pagamento del canone? Sfratto autorizzato
Il contratto di locazione può decadere anche per una sola rata non pagata dal conduttore. Il mancato pagamento di una sola rata, o anche il semplice ritardo nel versamento, può giustificare la risoluzione del contratto di locazione se previsto da una clausola risolutiva espressa. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla ...
Quando il Comune paga l'affitto dell'inquilino moroso
Se il reddito del proprio nucleo familiare, risultante dalla dichiarazione ISEE, è uguale o inferiore al canone annuo di locazione, così come risulta da un contratto di affitto regolarmente registrato, l'inquilino rimasto indietro con il pagamento delle mensilità al padrone di casa può accedere al Fondo di morosità incolpevole di ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pagamento affitto. Clicca qui.

Stai leggendo PAGAMENTO AFFITTO Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 16 marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca