Se la società erogatrice del servizio le ha proposto un piano di rientro per gli importi non corrisposti nel tempo, la risposta è no

Se la società erogatrice del servizio le ha proposto un piano di rientro per gli importi non corrisposti nel tempo, la risposta è no. Ha rinunciato agli interessi oppure li ha inglobati nel piano.

Se invece lei intende riferire che ha pagato spontaneamente, ma in ritardo, gli importi nominali delle forniture, allora è possibile la richiesta del pagamento a conguaglio degli interessi maturati da parte del fornitore.

Tenga presente che per le bollette relative ad utenze (gas, acqua, luce, telefono) e per gli oneri ad esse connessi (interessi per morosità) la prescrizione è quinquennale (articolo 2948 del codice civile) a partire dalla data di scadenza. Se le fatture sono oggetto di controversia (cioè se la società le ha contestato il ritardo e le ha contabilizzato gli interessi di mora) il termine di prescrizione è decennale.

20 settembre 2012 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca