Opposizione a pignoramento esattoriale presso residenza o azienda del debitore

Il terzo che pretende avere la proprietà o altro diritto reale sui beni pignorati dal concessionario della riscossione può proporre opposizione con ricorso al giudice dell'esecuzione, prima che sia disposta la vendita o l'assegnazione dei beni, ovvero, prima della data fissata per il primo incanto.

L'opposizione non può essere proposta quando i mobili pignorati nella casa di abitazione o nell'azienda del debitore iscritto a ruolo o dei coobbligati, o in altri luoghi a loro appartenenti, hanno formato oggetto di una precedente vendita nell'ambito di una procedura di espropriazione forzata promossa dal concessionario a carico del medesimo debitore o dei medesimi coobbligati.

Il coniuge, i parenti e gli affini fino al terzo grado del debitore iscritto a ruolo e dei coobbligati, per quanto riguarda i beni mobili pignorati nella casa di abitazione o nell'azienda del debitore o del coobbligato, o in altri luoghi a loro appartenenti, possono dimostrare la proprietà del bene esclusivamente con atti pubblici o scritture private di data certa anteriore al momento in cui si è verificata la violazione o il presupposto che ha dato origine all'iscrizione a ruolo.

2 settembre 2013 · Carla Benvenuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su opposizione a pignoramento esattoriale presso residenza o azienda del debitore. Clicca qui.

Stai leggendo Opposizione a pignoramento esattoriale presso residenza o azienda del debitore Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 2 settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento esattoriale - immobiliare e mobiliare Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Lucia Alessia 27 ottobre 2013 at 10:57

    Buongiorno. Io abito presso l’abitazione dei miei genitori, che a loro volta sono in affitto, e hanno già la cessione di un quinto sull’unica pensione disponibile. Io ho perso il lavoro e non potrò più pagare i miei prestiti in banca e presso finanziarie. Non possiedo nulla se non una vecchia auto. Possono pignorare i mobili dei miei genitori. Io nn possiedo nulla in casa. Come posso evitare problemi ai miei genitori?

    • Simone di Saintjust 27 ottobre 2013 at 11:06

      In linea teorica, i creditori possono pignorare i beni rinvenibili presso la residenza o il domicilio abituale del debitore, in virtù del principio della presunzione legale di proprietà, in base al quale tutto ciò che è presente nel luogo in cui il debitore vive, è di proprietà del debitore stesso.

      In realtà, il pignoramento presso la residenza/domicilio del debitore è raramente praticato dai creditori. Si tratta, infatti, di azione esecutiva poco efficace e si ricorre ad esse solo quando la residenza del debitore è di pregio e risulta ragionevole attendersi un pignoramento ben fruttuoso.

      Per rimuovere con certezza il rischio di un pignoramento a casa dei suoi genitori, lei dovrebbe trasferire la residenza.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca