Opposizione a fermo amministrativo e giudice competente

Cosa accade se viene disposto da Equitalia fermo amministrativo sul veicolo di proprietà del debitore per il mancato pagamento di una serie di cartelle esattoriali di natura tributaria e non, ed il debitore decide impugnare l’azione esecutiva? Qual è il giudice competente per proporre opposizione al fermo amministrativo del veicolo disposto dal Concessionario della riscossione?

Tanto per fissare le idee, supponiamo che l’importo iscritto a ruolo per cui procede Equitalia sia attribuibile al mancato pagamento nei 60 giorni previsti di una cartella esattoriale notificata per omesso o insufficiente pagamento della TARSU (Tassa Ambientale per i Rifiuti Solidi Urbani) e di altre cartelle notificate, invece al debitore, per l’omesso o insufficiente pagamento di sanzioni amministrative o multe per infrazione al Codice della Strada.

La giurisdizione sulle controversie relative al fermo amministrativo del veicolo appartiene al giudice tributario, solo quando il provvedimento impugnato concerne la riscossione di tributi.

Ove il fermo amministrativo concerna una pluralità di pretese, alcune delle quali di natura non tributaria ed altre invece di natura tributaria, e l’impugnazione sia stata proposta, anziché separatamente innanzi ai giudici diversamente competenti in relazione alla natura dei crediti posti a base del provvedimento di fermo contestato, unicamente dinanzi al giudice ordinario, questi deve trattenere la causa presso di sé in relazione ai crediti non tributari posti a fondamento dei provvedimento in questione, e rimettere la causa dinanzi al giudice tributario per la parte in cui il provvedimento si riferisce a crediti di natura tributaria.

Così hanno deciso i giudizi delle sezioni unite della Corte di cassazione nella sentenza numero 15425/14. In pratica per il debitore si tratta di una “mission impossible”. Per ottenere la “liberazione” del bene fermato amministrativamente il debitore deve ottenere due giudizi favorevoli, uno dalla CTP competente per la TARSU e l’altra dal giudice di pace competente per le multe E, gli è andata pure bene: se una delle cartelle esattoriali fosse stata originata, per ipotesi, dall’omesso o insufficiente versamento di contributi, il povero debitore avrebbe dovuto rivolgersi anche al giudice del lavoro …

9 Luglio 2014 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Opposizione al preavviso di fermo amministrativo per sanzioni amministrative? » Esclusivamente presso il giudice di pace
Anche in caso di preavviso di fermo amministrativo il ricorso va presentato presso il giudice di pace. Nel caso di fermo amministrativo basato su cartelle esattoriali per multe stradali, a decidere deve essere il giudice di pace: non importa che l'opposizione sia stata avanzata dopo la notifica del preavviso di fermo amministrativo. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 21914/14. Da quanto si evince dalla suddetta pronuncia, se ci si vuole opporre ad un preavviso di fermo amministrativo sulla propria autovettura, il ricorso (o l'opposizione) va presentato presso il giudice di pace e non presso una ...

Fermo amministrativo - termini per il ricorso e giudice competente
Le società Equitalia possono iscrivere il fermo sul veicolo del contribuente, trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella: vizi, modalità e termini di impugnazione Le società Equitalia, in qualità di Agenti della riscossione, hanno il potere di iscrivere il fermo dei beni mobili registrati (ad esempio i veicoli) di proprietà del debitore, in forza dell'articolo 86 del DPR 602/73 (vedasi nota 1). Il fermo è un provvedimento amministrativo di natura cautelare che impedisce, durante il periodo in cui opera, l'utilizzo del bene. In altre parole, un veicolo sottoposto a fermo non può legalmente circolare. Se la pubblica autorità (Polizia di ...

La cancellazione dei provvedimenti di ipoteca esattoriale e di fermo amministrativo non può essere richiesta al giudice ordinario con i rimedi della opposizione agli atti esecutivi
Essendo l'ipoteca esattoriale, così come il fermo amministrativo, una misura estranea all'espropriazione forzata, né l'una né l'altro vanno contestati dinanzi al giudice ordinario con i rimedi delle opposizioni esecutive. Pertanto, va altresì escluso che sia qualificabile come opposizione agli atti esecutivi, ai sensi dell'art. 617 del codice di procedura civile, la contestazione che il debitore faccia della regolarità formale dell'iscrizione dell'ipoteca esattoriale o del fermo amministrativo. In tutti i casi in cui venga richiesta la cancellazione dell'iscrizione dell'ipoteca esattoriale o del fermo amministrativo (ovvero, secondo altra terminologia, l'annullamento dell'uno o dell'altro di questi provvedimenti), l'iniziativa giudiziaria va qualificata come azione ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su opposizione a fermo amministrativo e giudice competente. Clicca qui.

Stai leggendo Opposizione a fermo amministrativo e giudice competente Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 9 Luglio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Luglio 2017 Classificato nella categoria contenzioso e impugnazione di cartelle esattoriali originate da omesso o insufficiente pagamento di tributi e contributi Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • roberta 63 9 Giugno 2015 at 11:14

    Mi e arrivato il fermo amministrativo, per il mancato pagamento tassa rifiuti. Premetto che sono senza lavoro dal 2011, vivo con l’ aiuto dei figli e da circa un anno sono malata di tumore. La macchina mi serve per recarmi presso le strutture per le terapie e quotidiane e per il mio fabbisogno non avendo sempre chi mi può portare. Chiedo se posso fare ricorso e se si come.

    • Ornella De Bellis 9 Giugno 2015 at 11:39

      Purtroppo, non esiste alcuna normativa vigente che possa supportare un ricorso avverso il fermo amministrativo in base ad esigenze di cura. Mi spiace tantissimo.