Opposizione a decreto ingiuntivo - Improcedibile senza mediazione

La normativa vigente, attraverso il meccanismo della mediazione obbligatoria, mira a rendere il processo la estrema ratio: cioe’ l’ultima possibilita’ dopo che le altre possibilita’ sono risultate precluse. Quindi l’onere di esperire il tentativo di mediazione deve allocarsi presso la parte che ha interesse al processo e ha il potere di iniziare il processo.

Nel procedimento per decreto ingiuntivo il creditore sceglie la linea deflattiva coerente con la logica dell’efficienza processuale e della ragionevole durata del processo.

E’ il debitore che, opponendosi al decreto ingiuntivo, ha il potere e l’interesse ad introdurre il giudizio di merito, cioe’ la soluzione piu’ dispendiosa, osteggiata dal legislatore. E’ dunque sul debitore, che intende opporsi al decreto ingiuntivo, che deve gravare l’onere della mediazione obbligatoria perche’ e’ il debitore che intende precludere la via breve per percorrere la via lunga.

Peraltro, non si vede a quale logica di efficienza risponda una interpretazione che accolli al creditore del decreto ingiuntivo l’onere di effettuare il tentativo di mediazione quando ancora non si sa se ci sarà opposizione allo stesso decreto ingiuntivo: E’, dunque, il debitore ad avere interesse ad avviare il procedimento di mediazione pena l’improcedibilità dell’opposizione ed il consolidamento degli effetti del decreto ingiuntivo.

Così hanno stabilito i giudici della Corte di cassazione nella sentenza 24629/15.

23 Dicembre 2015 · Loredana Pavolini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Decreto ingiuntivo, opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione obbligatoria
Attraverso il meccanismo della mediazione obbligatoria il legislatore si è posto come obiettivo quello di rendere il procedimento giudiziale la extrema ratio: cioè l'ultima possibilità dopo che le altre possibilità sono risultate precluse. Quindi l'onere di esperire il tentativo di mediazione deve allocarsi presso la parte che ha interesse al processo e ha il potere di iniziare il processo. Attraverso il ricorso per decreto ingiuntivo, il creditore sceglie la linea deflattiva coerente con la logica dell'efficienza processuale e della ragionevole durata del processo. E' l'opponente debitore che ha il potere e l'interesse ad introdurre il giudizio di merito, cioè la ...

Opposizione tardiva a decreto ingiuntivo - In caso di notifica viziata del provvedimento, Il debitore ha 40 giorni di tempo decorrenti dalla data in cui dimostra di aver avuto conoscenza effettiva del decreto ingiuntivo
Ai fini della legittimità dell'opposizione tardiva a decreto ingiuntivo, non è sufficiente l'accertamento dell'irregolarità della notifica del provvedimento, ma occorre anche la prova (il cui onere incombe sul debitore) che a causa del vizio di notifica egli, nella qualità di ingiunto, non abbia avuto tempestiva conoscenza del decreto ingiuntivo e non sia stato in grado di proporre una tempestiva opposizione. Tale prova deve considerarsi raggiunta ogni qualvolta sia da ritenere che l'atto non sia pervenuto tempestivamente nella sfera di conoscibilità del destinatario. Ove il creditore procedente intenda contestare la tempestività dell'opposizione tardiva in relazione alla irregolarità della notifica al debitore, ...

Opposizione a decreto ingiuntivo - Tentativo obbligatorio di mediazione
Mi è stato notificato ieri un decreto ingiuntivo a cui vorrei fare opposizione: volevo sapere se davvero è obbligatorio tentare prima una mediazione fra creditore e debitore ingiunto. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su opposizione a decreto ingiuntivo - improcedibile senza mediazione. Clicca qui.

Stai leggendo Opposizione a decreto ingiuntivo - Improcedibile senza mediazione Autore Loredana Pavolini Articolo pubblicato il giorno 23 Dicembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 12 Agosto 2019 Classificato nella categoria azioni esecutive revocatoria pignoramento ed espropriazione » mini guide Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)