Revisione mancata e sinistro stradale? » Ecco le conseguenze

I rischi a cui si va incontro in caso sinistro stradale e mancata revisione del veicolo

Come noto, la normativa vigente in materia stradale prevede, per tutti i mezzi in circolazione, controlli periodici per assicurarne nel tempo l'efficienza, la sicurezza e la riduzione delle emissioni nocive: parliamo della revisione.

Ma ogni quanto tempo va effettuata la revisione?

Cosa si rischia guidando senza averla in regola, soprattutto nella fattispecie di un sinistro stradale?

Vediamolo nel prosieguo dell'articolo.

Tutto sulla revisione delle autovetture

Le autovetture per il trasporto privato, inclusi autocaravan, autocarri fino a 3,5 tonnellate, moto e motocicli sono tenuti alla prima revisione dopo quattro anni dalla prima immatricolazione.

Successivamente, le revisioni devono avvenire a scadenza di due due anni, entro lo stesso mese della precedente.

Per tutti gli altri veicoli, invece, i controlli sono annuali.

Decaduto il termine, ovviamente, non è consentito circolare. La sanzione che si rischia è di di 159 euro, con ritiro della carta di circolazione se sulla viabilità ordinaria e il fermo amministrativo in autostrada.

Quindi, prima di prendere il problema della revisione sottomano, pensateci bene. Per effettuarla, inoltre, basta davvero poco: si può fare alla Motorizzazione o in uno dei migliaia di centri privati autorizzati dal ministero dei Trasporti.

I costi sono però differenti: alla Motorizzazione si pagano 45 euro, dai privati 64,80, di cui 10,80 per diritti governativi.

Da notare, però, che alla Motorizzazione i tempi sono più lunghi e bisogna presentarsi col bollettino postale prepagato.

Qualora l'esito fosse regolare, si ottiene un adesivo, da applicare alla carta di circolazione. In caso contrario si dovrà effettuare un altro test.

Qui, le alternative sono due:

Revisione sinistri e copertura rc auto

Innanzitutto, bisogna dire che nella fattispecie di un sinistro stradale che pregiudichi componenti rilevanti ai fini della sicurezza, gli organi di polizia possono chiedere la revisione straordinaria e l'ispezione successiva sarà effettuata due anni dopo.

La cosa fondamentale da sapere, comunque, è che la copertura assicurativa Rc auto non vale se non si è in regola con la revisione.

Infatti, chiunque viaggi su un mezzo su cui è stata omessa la revisione rischia la cosiddetta rivalsa: ovvero, in caso di incidente, la compagnia assicurativa, pur rimanendo tenuta a risarcire gli eventuali danneggiati, dopo averlo fatto potrebbe intraprendere azione di rivalsa nei confronti dell'assicurato, ossia chiedere a quest’ultimo la restituzione delle somme pagate nei confronti degli altri soggetti coinvolti nel sinistro.

In parole povere, anche se all'inizio a pagare il terzo danneggiato sarebbe sempre l'assicurazione, quest’ultima potrebbe poi intraprendere una causa contro il proprio cliente per ottenere indietro quando versato.

2 maggio 2014 · Andrea Ricciardi


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Sinistro stradale con responsabilità 50% » Scatta il bonus malus?
In seguito di un sinistro stradale dove si ha responsabilità al 50%, scatta lo stesso la penalità del bonus malus sulla propria classe di merito? In ambito di classe di merito, la penalità del malus è applicata, di solito, anche in caso di sinistro stradale al 50% paritaria dei conducenti. ...
Sinistro stradale: senza cinture di sicurezza niente risarcimento danni? » Non sempre
In un sinistro stradale, è impossibile negare il risarcimento dei danni all'infortunato solo perché non indossava le cinture di sicurezza. In tema di concorso del fatto colposo del danneggiato nella produzione dell'evento dannoso, infatti, a norma dell'articolo 1227, 1 comma, del codice civile, applicabile per l'espresso richiamo di cui all'articolo ...
Sinistro stradale » E' cedibile il credito da risarcimento del danno non patrimoniale
Vediamo cosa ne pensano i giudici di legittimità sulla possibilità di cedere il credito da risarcimento del danno non patrimoniale originato da sinistro stradale C'è la possibilità, per l'assicurato, di cedere anche il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale, biologico e morale causato da un sinistro stradale. Questo importante ...
Sinistro stradale e guida senza patente - Tutela per il danneggiato
Un mese fa, sono stato coinvolto in un sinistro stradale: praticamente, mentre ero in sosta al semaforo, sono stato tamponato violentemente. Ho perso i sensi, e sono stato portato all'ospedale più vicino, dove ho avuto la diagnosi di commozione cerebrale e prognosi di trenta giorni. Nel sinistro stradale in questione, ...
RC auto - il diritto di rivalsa
In caso di sinistro stradale, l'assicurazione può rivalersi contro l'assicurato in caso di gravi violazioni ("diritto di rivalsa")  La rivalsa è un diritto delle compagnie di assicurazione che, dopo aver pagato il risarcimento danni alle terze persone coinvolte in un incidente, possono chiedere al proprio assicurato, un rimborso qualora sussistono ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su revisione mancata e sinistro stradale? » ecco le conseguenze. Clicca qui.

Stai leggendo Revisione mancata e sinistro stradale? » Ecco le conseguenze Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 2 maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 29 maggio 2017 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca