Indice del post occhio all'inganno, evita il danno! – piccolo manuale per difenderci dai signori delle truffe

Occhio all'inganno, evita il danno! » Piccolo manuale per difenderci dai signori delle truffe - I borseggi

I borseggi avvengono di solito in luoghi affollati (auto­bus, metropolitana, mer­cato, feste patronali, sa­gre, ecc.). I borseggiatori spesso operano in gruppo, spin­tonando, urtando, per poi allontanarsi rapidamente. Dopo un prelievo di danaro presso la banca o l'ufficio postale non dilun­garti sulla strada del rien­tro e non fermarti a par­lare con sconosciuti. Non tenere grosse somme di denaro all'interno della borsetta oppure del porta­foglio. Quando esci tieni nella borsa i documenti e le chiavi di casa separati dai soldi. Conserva in casa una fo­tocopia dei documenti che possono essere smar­riti e/o sottratti (la carta d'identità, il passaporto, la patente di [ ... leggi tutto » ]

Truffe successive ai prelievi

Dopo un prelievo consistente di danaro può accadere di essere contattati da persone che si spacciano per dipendenti dell'istituto bancario oppure dell'ufficio postale. Con false affermazioni (controllo delle banconote che sono state consegnate, presunti errori a tuo svantaggio) si fanno consegnare  il contante. In genere i truffatori operano in coppia e una delle due persone distrae la vittima prescelta, con richieste varie o con una piacevole conversazione. ATTENZIONE - Nessuna banca manda i dipendenti a casa dei clienti [ ... leggi tutto » ]

Truffe di maghi e cartomanti

Sebbene l'attività di astrologo, chiromante, o veggente non sia vietata dalla legge, suggeriamo alcuni comportamenti da tenere per non essere vittima di truffe o imbrogli ben più gravi del "gioco" offerto da queste pratiche. E allora, non parlare mai della tua vita privata e non fornire recapiti personali: queste infor­mazioni saranno utilizzate per convincerti che stai par­lando con una persona do­tata di particolari poteri. Fatti mettere per iscrit­to ciò che ti viene ga­rantito: non sei tu che dubiti delle sue capacità, ma lui/lei che deve assumersi la responsabilità [ ... leggi tutto » ]

Giochi d’azzardo e facili vincite - di sicuro c'è sotto la truffa

Ricorda che nel gioco, anche quello legale (lotto, enalotto, ecc.) l'unica certezza è la vincita per chi gestisce il sistema. A maggior ragione quan­do si tratta di gioco di azzardo, ovvero di giochi vietati dalla legge. Dunque, dubita sempre dei giochi molto semplici e facili, di cui è ovvia la soluzione. Alcune emittenti propon­gono falsi telequiz, cru­civerba, calcoli matematici molto facili: le numerose telefonate che vengono trasmesse sono di persone che forniscono risposte sbagliate, creando la convinzione di potere agevol­mente vincere la somma in palio. Chi prova a chiamare dovrà comporre un nume­ro che inizia con 899 op­pure 892. [ ... leggi tutto » ]

Sconosciuti alla porta - la truffa suona sempre due volte

ATTENZIONE! Le società fornitrici di luce, acqua, gas non inviano personale a ritirare denaro a domicilio. Nessuna amministrazione comunale obbliga all'acquisto di rilevatori di fughe di gas. A volte si possono presentare falsi pub­blici ufficiali (persone che affermano di essere della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza).  Non aprite le porta: fatevi dire il loro nome e telefonate per verificare ciò che viene detto. Chiamate i numeri che conoscete, non fi­datevi di quelli che vi ven­gono forniti dai vostri in­terlocutori.  Se non capite ciò che vi viene detto, invi­tate a ritornare quando sarete in compagnia di [ ... leggi tutto » ]

Acquisto di prodotti falsi - il danno dopo la truffa

ATTENZIONE! E' necessario distinguere tra: acquirente in buona fede di un prodotto contraffatto; acquirente conscio della falsità del bene acquistato. Nel primo caso il compratore acquista nella convinzione che il bene sia autentico. In questo caso, il compratore è vit­tima di una truffa: bisogna prestare attenzione al luogo di acquisto (spiaggia anziché negozio convenzionato) e al prez­zo (molto basso in relazione al tipo di prodotto che dicono di offrire). Nel secondo caso, il con­sumatore che acquista in modo consapevole un bene contraffatto, deve sapere che può incorrere in sanzioni civili, penali o amministrative. L'acquisto di prodotti contraffatti può com­portare rischi [ ... leggi tutto » ]

Vendite con contratto per strada o a domicilio - la truffa è servita

Come per gli acquisti a distanza (internet, tele­fono, televisione) è sempre possibile esercitare il diritto di recesso nei modi pre­visti dalla legge: è necessario l'invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno entro 10 giorni lavorativi dalla firma del contratto; bisogna sempre con­servare una copia della lettera inviata. ATTENZIONE -  diffida dal porre firme in moduli in cui sono state fatte cancellature, cor­rezioni, o aggiunte non chiare:  rischi di sottoscrivere un contratto truffaldino; il corretto venditore, è quello che se sbaglia, prende un nuovo modulo e lo ricompila. Non mettere mai la firma su moduli di cui non hai [ ... leggi tutto » ]

Investimenti economici - progetti truffa

Non sentitevi in obbligo di partecipare ad un investimento che già non avete deciso: i soldi in gioco sono i vostri! Ai consulenti disonesti i vostri obiettivi non interes­sano affatto, vogliono semplicemente con­vincervi a partecipare ad un loro "progetto" e non esitano a sostenerlo con argomenti emotivi. Nessuno regala nulla: le promesse di rendi­menti elevati conten­gono grandi rischi. ATTENZIONE - I "miracoli finanziari" non esistono: più alto è il guadagno che vi viene prospettato, più alto è il rischio. Un investimento ha sempre un costo: richiedete, sem­pre e per iscritto, tutti i pos­sibili costi dell'investimento. Fatevi dare nome, cognome [ ... leggi tutto » ]

Guadagni facili, dove si nasconde la truffa?

"Facile lavoro a domicilio: guadagno minimo 500/600 euro mensili".  Può essere la proposta di realizzare piccola  bigiotteria, penne a sfera, etichette, etc.   I giornali sono pieni di questo tipo di allettanti  offerte, in alcuni casi  truffaldine. Lo scopo di chi propone l'annuncio può es­sere diverso dall'offerta di un lavoro, per esempio la vendita di beni. Per realizzare i braccialetti, le penne a sfera, ecc. vi viene chiesto di versare un impor­to di poco superiore ai 20 euro: inviata la somma, il presunto datore di lavo­ro scompare e oltre alla spesa per l'acquisto del materiale avete sostenuto anche i costi [ ... leggi tutto » ]

Telemarketing, televendite - la truffa in TV

Chi acquista tramite una promozione televisiva, comunque sia denominata, può eser­citare il diritto di recesso o di ripensa­mento, inviando, entro 10 giorni lavorativi dalla consegna della merce, una raccomandata con ricevuta di ritorno. Ricordate che la merce va restituita a cura dell'acquirente entro lo stesso termine, ma la ri­tardata restituzione non in­cide sul diritto di recesso. Le clausole che preve­dono che la merce debba essere resti­tuita nel suo imbal­laggio integro non valgono. Non possono essere pre­viste penali o costi per re­cedere dal contratto. Nessuno regala nulla: se l'offerta trasmessa in televisione prevede la consegna di uno o più beni [ ... leggi tutto » ]

Vendite telefoniche - quando la truffa corre lungo i fili del telefono

Nel caso di con­tratti a distanza (quin­di anche di quelli fatti per telefono) la società vendi­trice deve inviare presso l'abitazione del consuma­tore copia scritta del con­tratto. Dal momento in cui la documentazione arriva all'indirizzo del consuma­tore, questi ha 10 giorni lavorativi per esercitare il diritto di recesso, inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede della società. ATTENZIONE - anche se il contratto è con­cluso per telefono, per esercitare il diritto di recesso bisogna inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno: conservate sempre tutta la documentazione com­presa una copia della lettera inviata. La documentazione rela­tiva al contratto stipulato [ ... leggi tutto » ]

Molestie telefoniche - denuncia all'Autorità per la tutela della privacy

L’Autorità per la tutela della privacy ha stabilito che, se non si presta il proprio consenso, nessuno può prendere i nostri dati dall'elenco telefonico per fare offerte commerciali per telefono o tramite posta. Chi è a casa, Tuttavia, sa che questo provvedi­mento non viene rispet­tato: infatti le telefonate commerciali sono ripetute e a volte anche assillanti. Prendi nota della società per conto della quale si è stati contattati dicendo che è per segnalare le telefonate all'Autorità per la tutela della privacy. Offerte aggressive - la truffa o la vita Una recente normativa vieta comportamenti aggressivi dei venditori. E' VIETATO [ ... leggi tutto » ]

Prestiti ipotecari agli anziani - dietro la truffa il miraggio di un miglioramento delle condizioni di vita

Ipotecare la casa per migliorare le proprie condizioni di vita può es­sere necessario. E' però importante fare attenzione a truffe e raggiri ed essere consapevoli dei costi, assai forti anche nelle operazioni gestite da banche. L'operazione comporta infatti meccanismi finan­ziari il cui costo reale sarà definito solo al decesso dell'anziano. Gli eredi dovranno far fronte agli interessi cal­colati con il sistema della capitalizzazione annuale (molto onerosa), alle spese di intermediazione, di perizia, notarili e di assi­curazione del vitalizio. La richiesta del sindacato dei pensionati affinché il Parlamento modifichi l'attuale normativa non ha ancora dato alcun esito. CONSIGLI Se non [ ... leggi tutto » ]

Prestiti al consumo - truffe e furto di identità

Il Pagamento rateale di oggi è diverso da quello che si poteva effettuare negli anni 60/70, quando il rapporto era diretto tra acquirente e venditore, con quest'ultimo che incassava l'importo stabilito mensil­mente. Oggi il rapporto coinvolge tre soggetti: chi compra, chi vende e una società finanziaria. Il venditore riceve imme­diatamente quanto gli spetta, il consumatore versa la rata mensile alla finanziaria. Sembra semplice, ma i problemi non mancano. Esempi: la merce è difettosa, oppure non viene consegnata: è impos­sibile sospendere il paga­mento. Sono stati sottoscritti due contratti e la società fi­nanziaria non ha responsa­bilità per gli inadempimenti del venditore. [ ... leggi tutto » ]

Infortuni domestici

Ogni anno, in Italia, si verificano 30 mila inci­denti domestici con ol­tre 7 mila vittime: spesso sono denunciati solo se comportano la morte o una lesione grave. Per ogni infortunio grave si stimano 30 incidenti lievi e 300 senza lesioni, non rilevati dalle statistiche. Dopo i bambini, i più esposti sono le donne e gli anziani. La lentezza di riflessi e la fragilità ossea creano infatti par­ticolari vulnerabilità. CONSIGLI usate gli apparecchi di protezione che aumen­tano la sicurezza (i "sal­vavita", le prese di cor­rente con gli schermi sugli alveoli, prese a spina con calze isolanti, apparecchi con doppio isolamento [ ... leggi tutto » ]

22 marzo 2009 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Occhio alle truffe su eBay
Comodo, veloce ed amichevole: è il nuovo mercato virtuale, quello che naviga su Internet, si clicca col mouse, si sceglie l'oggetto desiderato, si paga con “moneta elettronica” e qualche giorno dopo arriva direttamente a casa il pacco. Ma se si evolvono le forme di compravendita anche i disonesti fanno altrettanto. ...
Acquisto di auto usate » Alcuni suggerimenti per evitare le truffe
Quella che il consumatore deve saper far valere è la garanzia di conformità del bene rispetto al contratto. Il venditore deve garantire che l'auto (o altro bene usato) che sta per vendere è conforme alla descrizione che ne ha fatto nel contratto in particolare senza vizi materiali e giuridici e ...
Acquisto tramite internet » Qual è il foro di competenza per intentare una causa?
Circa una settimana fa ho acquistato tramite un sito internet un televisore da 40 pollici. Il prodotto è perfettamente funzionante dal punto di vista tecnico. Purtroppo, però, credo per superficialità durante il trasporto, è vistosamente ammaccato da un lato. Si nota molto ed è brutto esteticamente, il che rovina l'armonia ...
Il recesso di pentimento dal contratto di credito - 14 giorni per esercitarlo
Il consumatore dispone di un periodo di quattordici giorni di calendario per recedere dal contratto di credito collegato all'acquisto di un bene senza dare alcuna motivazione. Tale periodo di recesso ha inizio: il giorno della conclusione del contratto di credito; il giorno in cui il consumatore riceve il prospetto con ...
Contratti a distanza » Nuove disposizioni per penali e costi di disattivazione
Da giugno 2014 cambieranno molte disposizioni riguardo alla normativa di applicazione sui contratti a distanza. Novità su penali, costi di disattivazione, diritto di recesso e molto altro. Vi aggiorniamo sulle principali novità in materia di contratti a distanza contenute in un decreto del Consiglio dei Ministri e che saranno operative ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post occhio all'inganno, evita il danno! – piccolo manuale per difenderci dai signori delle truffe. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Occhio all'inganno, evita il danno! – Piccolo manuale per difenderci dai signori delle truffe Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 22 marzo 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - phishing truffe e frodi informatiche Inserito nella sezione tutela consumatori.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca