Mantenimento dei figli - cosa prevede l'articolo 148 del codice civile e chi può ricorrervi

L'articolo 148 del Codice civile prevede un procedimento speciale per ottenere in tempi rapidi la corresponsione del mantenimento per i figli.

Questo procedimento può essere azionato da "chiunque vi abbia interesse".

Potrebbero quindi ricorrere all'articolo 148 i seguenti soggetti:

  • ciascuno dei genitori, legittimi o naturali;
  • i figli maggiorenni, non ancora economicamente indipendenti (non per loro colpa);
  • in genere, chi contribuisce materialmente al mantenimento, come ad esempio eventuali altri ascendenti o addirittura l'istituto che si è preso cura del minore ricoverato.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mantenimento dei figli - cosa prevede l'articolo 148 del codice civile e chi può ricorrervi. Clicca qui.

Stai leggendo Mantenimento dei figli - cosa prevede l'articolo 148 del codice civile e chi può ricorrervi Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 25 novembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria famiglia - affidamento e mantenimento dei figli Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca