Notifica del verbale di multa » Il momento da cui decorre il termine di 90 giorni può essere bypassato dall'amministrazione?

Da quando parte il termine dei 90 giorni per notificare la multa?

In tema di sanzioni amministrative, il termine di 90 giorni previsto dall'art. 14 l. n. 689/1981 per la notifica degli estremi della violazione, decorre dal compimento dell'attività di verifica di tutti gli elementi dell'illecito, dovendosi considerare anche il tempo necessario all'amministrazione per valutare e ponderare gli elementi acquisiti.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 22837/14.

Brutte notizie per gli automobilisti italiani: da quanto si evince dalla pronuncia esaminata, il termine di 90 giorni previsto per la notifica degli estremi della violazione (qualora non sia intervenuta la contestazione immediata dell'infrazione), decorre dal compimento dell'attività di verifica di tutti gli elementi dell'illecito, dovendosi considerare anche il tempo necessario all'amministrazione per valutare e ponderare gli elementi acquisiti.

Ma cosa significa tutto questo?

Come sappiamo, la normativa vigente chiarisce che la multa va spedita a casa del cittadino entro 90 giorni dalla data dell'illecito, per essere valida.

La legge, però, prevede un eccezione: nel caso si debbano effettuare più approfonditi accertamenti, si supera la scadenza dei 90 giorni, ed il termine decorre dal compimento di tali indagini.

Nel nostro ordinamento giuridico, però, non è chiarito specificatamente per quale tipo di accertamento si possa bypassare il termine tassativo dei 90 giorni.

Ed è proprio su questo nodo che, purtroppo, i Giudici di piazza Cavour sono intervenuti, interpretando la legge in modo ampiamente largo.

A parere degli Ermellini, infatti, qualora l'amministrazione abbia un numero elevato di contravvenzioni da gestire e rispettare il termine dei 90 giorni diventi complesso, la scadenza può decorrere dal compimento dell'attività di verifica di tutti gli elementi dell'illecito, dovendosi considerare anche il tempo necessario all'amministrazione per valutare e ponderare gli elementi acquisiti.

Una formula talmente generica da farci rientrare qualsiasi tipo di ritardo.

Una grossa mano ai Comuni che risanano i bilanci effettuando multe a go-go, dunque, e l'ennesimo supplizio per i trasgressori italiani.

Perché? D'ora in avanti, oltre a non esservi più certezza sui tempi di invio delle multe, il cittadino non potrà mai sollevare eventuali contestazioni in merito al giudice, con l'ipotesi di trovarsi notificata a casa una multa di svariati mesi prima.

Infatti, chi mai potrà controllare e contestare il tempo impiegato effettivamente dalla pubblica amministrazione a fare i presunti accertamenti?

30 ottobre 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multa da autovelox e fallaci indicazioni nel modello - Il termine dei 90 giorni per la notifica del verbale decorre dal momento in cui viene scattata la fotografia e non da quando l'agente della polizia municipale ne prende visione
Alcuni comuni, nei modelli di verbale di multa per violazione dei limiti di velocità rilevata da dispositivi elettronici autovelox hanno adottato la cattiva (oltre che illegittima) prassi di indicare che il termine dei 90 giorni per la notifica del verbale di infrazione decorre dalla lettura della foto da parte dell'agente ...
La sanzione amministrativa va notificata inderogabilmente entro 90 giorni - Non sono ammessi ritardi per motivi organizzativi propri dell'organo accertatore
In giurisprudenza si riscontra l'indirizzo in base al quale il termine per la contestazione dell'infrazione decorre dal compimento dell'attività di verifica di tutti gli elementi dell'illecito, dovendosi considerare anche il tempo necessario all'amministrazione per valutare e ponderare adeguatamente gli elementi acquisiti e gli atti preliminari per l'individuazione in fatto degli ...
Multe - Se il trasgressore non collabora i termini di notifica del verbale possono essere superiori a 90 giorni
Può capitare che all'automobilista venga contestata la mancata esibizione di documenti utili ai fini dell'accertamento delle violazioni amministrativene (contrassegno di assicurazione, carta di circolazione, certificati di revisione del veicolo) e che lo si inviti a comparire entro venti giorni per ottemperare alla contestazione. Può accadere che l'automobilista non ottemperi all'invito ...
Notifica del verbale di multa - il termine di novanta giorni è tassativo per il destinatario risultante dal PRA
L'articolo 201 C.d.S., comma 1, dispone che qualora la violazione alle norme relative alla circolazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale, con gli estremi precisi e dettagliati della violazione (con la indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata, ove necessario), deve essere notificato, entro novanta giorni ...
I 90 giorni per la notifica del verbale di multa decorrono dal giorno dell'infrazione se il veicolo non è a noleggio o in leasing
La data di accertamento coincide con quella dell'infrazione al Codice della strada nei casi in cui avviene mediante dispositivi elettronici che consentono all'Amministrazione di accertare immediatamente il responsabile dell'illecito con una semplice visura al PRA, cui l'amministrazione ha accesso immediato. Diversa è l'ipotesi in cui il veicolo sia a noleggio ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su notifica del verbale di multa » il momento da cui decorre il termine di 90 giorni può essere bypassato dall'amministrazione?. Clicca qui.

Stai leggendo Notifica del verbale di multa » Il momento da cui decorre il termine di 90 giorni può essere bypassato dall'amministrazione? Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 30 ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 17 giugno 2018 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca