Notifica diretta della cartella esattoriale - breve storia normativa

Il servizio di riscossione dei tributi, fino al 1989 svolto dagli “esattori” (in genere soggetti privati), con il DPR numero 43/88 fu affidato ai “concesssionari” (in genere Istituti di credito).

Successivamente, con la conversione in legge del decreto 203/2005, venne soppresso il sistema di affidamento in concessione del servizio nazionale di riscossione e istituito l’Agente della riscossione attribuendo le relative funzioni all’Agenzia delle Entrate. Funzioni che quest’ultima da allora esercita attraverso la Società, a totale capitale pubblico, Riscossione Spa che dal 18 gennaio 2007 ha modificato la denominazione in Equitalia Spa.

E’ opportuno, inoltre, ricordare l’espressione lessicale del dettato del DPR 602/73 La cartella è notificata dagli ufficiali della riscossione o da altri soggetti abilitati dal concessionario nelle forme previste dalla legge. La notifica può essere eseguita anche mediante invio di raccomandata con avviso di ricevimento … “.

Alla luce della predetta evoluzione normativa, risulta evidente che Equitalia Spa, braccio strumentale a rilevanza pubblica dell’Agenzia delle Entrate (Agente della riscossione) in virtù della L.248/ 2005 sulla base di uno specifico mandato, assomma in sé, o meglio fa superare, le figure rilevanti in tema di notifica dell’Agente della riscossione e del Concessionario previste dall’articolo 26 del DPR 602/73 il cui ultimo aggiornamento normativa risale al 2001 e non risulta coordinato con la menzionata norma del 2005.

Alla luce di quanto detto, Equitalia risulta pienamente abilitata dalla normativa vigente alla effettuazione della notifica delle cartelle esattoriali, e legittima è da ritenersi anche la modalità seguita per la predetta notifica ovvero l’invio diretto della raccomandata postale con avviso di ricevimento.

Questo il parere espresso dalla Commissione Tributaria Provinciale di Pavia nella sentenza 283/03/14.

26 Maggio 2014 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica postale diretta della cartella esattoriale
Già nel 2009 c'era stata una pronuncia della CTP di Lecce sull'inesistenza della notifica postale diretta, a cui spesso ricorre Equitalia. Tutto ruota intorno all'articolo 26, comma 1, del Dpr 29 settembre 1973 numero 602, che prescrive che la notifica della cartella esattoriale e di tutti gli altri atti dell'esecuzione (ipoteca, fermo amministrativo e altro) deve essere tassativamente effettuata soltanto dai seguenti soggetti: gli Ufficiali della riscossione; gli Agenti della Polizia Municipale; i Messi Comunali, previa convenzione tra Comune e Concessionario  (in base a un documento ufficiale, precedente alle notifiche con data certa); altri soggetti abilitati dal Concessionario nelle forme ...

Notifica postale diretta della cartella esattoriale - è valida?
La questione è stata molto controversa e le sentenze sul punto discordanti, almeno fino al 19 settembre 2012, data in cui è stata pubblicata la pronuncia numero 15746 a cura della sezione tributaria della Corte di cassazione. Il problema nasce in quanto l'articolo 26, primo periodo, del DPR numero 602/73 prevede che: "La cartella è notificata dagli ufficiali della riscossione o da altri soggetti abilitati dal concessionario nelle forme previste dalla legge ovvero, previa eventuale convenzione tra comune e concessionario, dai messi comunali o dagli agenti della polizia municipale". Il secondo periodo dello stesso articolo 26 aggiunge che: "la notifica ...

La notifica diretta della cartella esattoriale secondo la Corte di Cassazione
Otto, fra ordinanze e sentenze della Suprema Corte, che rendono bene l'idea di come sia inutile e poco onesto indurre la gente ad impugnare gli atti solo in ragione della notifica diretta effettuata da Equitalia. Ma tant'è. Alla fine a rimetterci è sempre il contribuente che abbocca. La notifica della cartella di pagamento è specialmente disciplinata dall'articolo 26, DPR numero 602 del 1973 e può farsi direttamente dal concessionario mediante lettera raccomandata senza affidamento a soggetti abilitati, e, perciò senza che debba formarsi alcuna relata di notifica. Al concessionario viene fatto obbligo di conservare per anni cinque l'avviso di ricevimento ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su notifica diretta della cartella esattoriale - breve storia normativa. Clicca qui.

Stai leggendo Notifica diretta della cartella esattoriale - breve storia normativa Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 26 Maggio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Luglio 2017 Classificato nella categoria notifica della cartella esattoriale e degli atti impositivi in generale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)