Notifica delle cartelle esattoriali per accertamenti dell'Agenzia delle Entrate – Termini di decadenza

In tema di accertamenti e controlli delle dichiarazioni tributarie ai sensi dell'articolo 36 bis del DPR 29.9.1973, numero 600, la legittimità della pretesa erariale è subordinata, alla luce dell'intervento legislativo realizzato con l'articolo 1, commi 5 bis e 5 ter, del DL 17.6.2005, numero 106 (convertito con modificazioni con la legge 31.7.2005, numero 156), alla notifica della cartella di pagamento al contribuente entro un termine di decadenza, dovendo l'ordinamento garantire l'interesse del medesimo alla conoscenza, in termini certi, della pretesa tributaria derivante dalla liquidazione delle dichiarazioni.

La cartella esattoriale, dunque,  deve essere notificata entro precisi termini temporali a partire dalla data in cui l'accertamento è divenuto definitivo (dopo i 60 giorni trascorsi in assenza di impugnazione)

I termini di notifica delle cartelle di pagamento, per la riscossione di imposte dirette e Iva, variano in relazione ai diversi tipi di controllo, come riportato nella tabella che segue.

Per fare una domanda  sui termini di decadenza e prescrizione delle cartelle di pagamento  e su tutti gli argomenti correlati all'articolo, clicca qui.

20 agosto 2013 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su notifica delle cartelle esattoriali per accertamenti dell'agenzia delle entrate – termini di decadenza. Clicca qui.

Stai leggendo Notifica delle cartelle esattoriali per accertamenti dell'Agenzia delle Entrate – Termini di decadenza Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 20 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria cartella esattoriale - prescrizione e decadenza Inserito nella sezione prescrizione dei debiti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca