Se nella relata di notifica in possesso del destinatario manca la data di consegna, la notifica della cartella esattoriale è nulla

Con la sentenza numero 398/2012 del 13 gennaio 2012, i Giudici di Cassazione hanno affrontato nuovamente il tema della relata di notifica.

Nel caso specifico esaminato, la relata contenuta nella copia consegnata al contribuente, sebbene compilata, risultava carente di alcuni elementi e, cioè, della indicazione della data dell'eseguita notifica.

I giudici hanno esplicitamente affermato che “ai fini della validità della notifica ai sensi dell'articolo 148 codice di procedura civile, in caso di contrasto tra i dati risultanti dalla copia di relata allegata all'originale e i dati risultanti dalla copia consegnata al destinatario, occorre far riferimento alle risultanze ricavabili dalla copia in possesso del destinatario, mentre, ove in questa manchi qualche elemento essenziale, la sua presenza nella relata allegata all'originale non è idonea ad escludere la nullità della notifica ai sensi dell'articolo 160 codice di procedura civile”.

Per tali ragioni, rilevando che nella copia della relata consegnata al contribuente non risultava indicata la data della consegna, la Suprema Corte dichiarava la cartella impugnata insanabilmente nulla, annullando di conseguenza la pretesa del concessionario.

In tal senso si segnalano, per completetzza, anche le seguenti precedenti sentenze:

    1. Commissione Tributaria Regionale di Milano, sentenza del 28 maggio 2010, numero 61: la relata di notifica è prevista come momento fondamentale nell'ambito del procedimento di notifica sia dal codice di rito che dalla normativa speciale e non è integralmente surrogabile dall'attività dell'ufficiale postale, sicché la sua mancanza, anche nella notifica a mezzo del servizio postale, non può essere ritenuta una mera irregolarità, nella specie deve escludersi che la nullità della notifica possa essere stata sanata dal tempestivo ricorso proposto dal contribuente. La mancata compilazione della relata in violazione dell'articolo 148 cpc, determina non la semplice nullità della notifica, bensì la giuridica inesistenza della stessa, patologia non sanabile in senso assoluto;
    2. Commissione Tributaria Provinciale di Parma, sentenza del 3 novembre 2009, numero 103: La notifica della cartella di pagamento priva della relata di notifica o della quale non sia stata compilata la relata stampigliata sul frontespizio viola il disposto dell'articolo 148 cpc e tale vizio di legittimità inficia, per nullità derivata, la cartella stessa.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca