Le formalità indicate dal codice di procedura civile ai sensi dell'articolo 140 del codice di procedura civile

Una volta espletate le formalità indicate dal codice di procedura civile ai sensi dell'articolo 140 cpc (affissione di avviso alla porta del destinatario in busta chiusa e sigillata, deposito atto nella casa comunale in busta sigillata, invio al destinatario di informativa dell'avvenuto deposito) la notifica può ritenersi correttamente perfezionata.

Nel contesto appena descritto, appare rilevante il legame temporale fra l'invio della raccomandata prevista dall'articolo 140 codice di procedura civile ed il deposito dell'atto nella casa comunale.

Ebbene, secondo l'orientamento della Corte di Cassazione, "la notifica eseguita a norma dell'articolo 140 codice di procedura civile esige, per la sua validità, che lo svolgimento delle tre formalità prescritte (il deposito di copia dell'avviso da notificare nella casa comunale, l'affissione dell'avviso del deposito sulla porta dell'abitazione o dell'ufficio del destinatario, e l'invio di una raccomandata con avviso di ricevimento) avvenga in uno stesso contesto temporale, ma non necessariamente nello stesso giorno" (Cassazione, sentenza numero 7939/2002).

Si è così stabilito che un eventuale ritardo nella spedizione della raccomandata, che potrebbe essere determinato, ad esempio, dalla chiusura dell'ufficio postale, non è idoneo ad interrompere l'unità del contesto temporale (Cassazione,Sezione tributaria, sentenza del 4 maggio 2004, numero 8447).

12 aprile 2012 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca