Nuova normativa interessi nei contratti bancari esecutiva dal 1 marzo 2017 » Tutti i chiarimenti sulla vicenda

Dal 1° ottobre 2016 sono entrate in vigore le nuove disposizioni che introducono rilevanti modifiche in materia di accredito/addebito degli interessi riferiti a finanziamenti a valere su carte di credito, scoperti di conto corrente, anticipi su fatture/contratti, esecutive a partire dal 1 marzo 2017.

A partire dal 1° ottobre 2016 sono entrate in vigore le nuove disposizioni di legge in materia di interessi nei contratti di credito e di raccolta del risparmio, che sono diventate concretamente esecutive dal 1 marzo 2017, una normativa che riguarda tutti noi in quanto si riferisce ai conti correnti.

In sostanza, gli interessi passivi bancari verranno conteggiati una volta l'anno, nella generalità dei casi al 31 di dicembre e saranno addebitati sul conto corrente non prima del 1° marzo.

Solo da tale data cumuleranno sul debito e produrranno a loro volta interessi passivi.

Tuttavia, potete evitarlo dando espressa disposizione alla banca che le somme che verranno accreditate sul conto corrente successivamente al 1° marzo (contanti, bonifici e assegni) vadano, fino a capienza, a pagare gli interessi passivi.

Nei prossimi giorni le banche comunicheranno ai propri clienti la novità e si rende necessario fornire loro una linea guida per non commettere errori.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su nuova normativa interessi nei contratti bancari esecutiva dal 1 marzo 2017 » tutti i chiarimenti sulla vicenda. Clicca qui.

Stai leggendo Nuova normativa interessi nei contratti bancari esecutiva dal 1 marzo 2017 » Tutti i chiarimenti sulla vicenda Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 11 marzo 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 16 marzo 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti