Nel 1999 ho stipulato un mutuo ipotecario con banca San paolo con scadenza nel 2015 con tasso fisso e variabile al 50%

Nel 1999 ho stipulato un mutuo ipotecario con banca San paolo con scadenza nel 2015 con tasso fisso e variabile al 50% ora vorrei almeno sbloccare dei titoli e ritrattare in qualche modo la rata visto che è aumentata di molto ma mi trovo davanti ad un muro di gomma mi è stato detto anche che non posso effettuare la portabilità perchè il mutuo è intestato ad una ditta (persona fisica che ha cessato nel 2001) è vero ?

Commento di mara | Venerdì, 3 Ottobre 2008

Il fatto che il mutuo sia intestato ad un'attività (non ad una persona fisica, anche se ditta individuale) esclude il suo mutuo dal decreto Bersani sulla portabilità a maggior ragione se il mutuo dovesse essere stato stipulato per un'acquisto che non è prima casa. È vero.

Però se la rata si è fatta troppo alta e per giunta sono stati depositati titoli a garanzia aggiuntiva (vincolandoli in qualche modo) è possibile sostituirlo.

Ovviamente la sostituzione è onerosa (perché non ci esime dal pagamento di penali di estinzione, ove ci fossero, e dalla stipula di un nuovo atto notarile - il cui prezzo non è però quello dei due atti, compravendita e mutuo, stipulati la prima volta), però bisogna valutare se non sia più oneroso “lasciare le cose come stanno”.

Sostituendo il mutuo lei potrebbe farne uno nuovo senza considerare in alcun modo le caratteristiche del precedente, perché verrebbe estinto all'accensione di quello nuovo.

Di fronte a questa prospettiva, magari la sua banca sarà più disponibile a concederle almeno la liberazione dei titoli posti a suo tempo a garanzia.

Commento di PromotoreMutui | Venerdì, 3 Ottobre 2008

8 ottobre 2008 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La surrogazione (o surroga) del mutuo – cambiamo banca e condizioni senza estinguere il mutuo
La surrogazione del mutuo è uno strumento per far conseguire risparmi ai mutuatari, previsto dalla Legge 40/2007 (legge Bersani). Con la surrogazione del mutuo, il mutuatario può accordarsi con una nuova banca per avere un altro mutuo senza la necessità di estinguere quello con la banca originaria, che non può ...
Portabilità del mutuo – risarcimento al mutuatario per ritardi oltre i 30 giorni
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge fiscale con il pacchetto di misure anticrisi, che contiene anche provvedimenti riguardanti la portabilità del mutuo o surrogazione del mutuo. Un articolo del decreto legge prevede infatti che, nel caso la banca ritardi la portabilità di un mutuo (cioè il passaggio ...
Portabilità del mutuo - nuove regole su risarcimento in caso di ritardi e cancellazione di ipoteca
In tema di risarcimento al mutuatario per ritardi nella pratica di portabilità del mutuo e di cancellazione di ipoteca una volta concluso il piano di ammortamento, la legge 106/2011 (approvata il 7 luglio) è intervenuta, con l'articolo 8, comma 8, definendo nuove regole. In particolare sono state semplificate le operazioni ...
Ritardo nella portabilità del mutuo - Il risarcimento incombe sulla banca cedente
Nel caso la portabilità del mutuo non si perfezioni entro il termine di trenta giorni dalla data della richiesta da parte della banca cessionaria alla banca cedente dell'avvio delle procedure di collaborazione interbancarie ai fini dell'operazione di surrogazione, la banca cedente è comunque tenuta a risarcire il cliente in misura ...
Portabilità del mutuo – l'Arbitro Bancario Finanziario punisce i ritardi delle banche
La portabilità del mutuo, in Italia, continua ad essere un terreno pieno di ostacoli. Portabilità del mutuo - Cosa prevede la legge La legge numero 102 del 3 agosto 2009, che ha stabilito che, se la procedura per la portabilità del mutuo dalla vecchia alla nuova banca dura più di 30 ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su nel 1999 ho stipulato un mutuo ipotecario con banca san paolo con scadenza nel 2015 con tasso fisso e variabile al 50%. Clicca qui.

Stai leggendo Nel 1999 ho stipulato un mutuo ipotecario con banca San paolo con scadenza nel 2015 con tasso fisso e variabile al 50% Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 8 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria decisioni Arbitro Bancario Finanziario in tema di clausole vessatorie portabilità violazione dovere buona fede contrattuale risarcimento Inserito nella sezione giurisprudenza.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca