Indice del post il contratto di mutuo – scrittura privata ed atto pubblico

L’atto di concessione del mutuo può assumere la forma di scrittura privata quando viene sottoscritto contemporaneamente dalle parti; quando, invece, la firma del contratto avviene in presenza di un notaio si parla di atto pubblico. In questo secondo caso le spese notarili, calcolate in base al valore della pratica, incidono sul costo del mutuo (è buona abitudine [ ... leggi tutto » ]

La forma pubblica è obbligatoria per tutti quegli atti che prevedono l’acquisizione, come garanzia, dell'ipoteca volontaria e, pertanto, in questa pubblicazione si farà riferimento alla forma pubblica (Questa formalità è richiesta dalla legge, sia per poter iscrivere l’ipoteca sull’immobile, sia per attribuire all'atto pubblico il requisito di “titolo esecutivo”. L’atto di mutuo è un “titolo esecutivo” nel senso che se il debitore non adempie ai suoi obblighi non è necessaria una sentenza di condanna: per l’esecuzione del contratto basta semplicemente l’atto, e ciò assicura una certa tranquillità alla banca creditrice. Dopo la lettura e la firma dei documenti necessari [ ... leggi tutto » ]

Ogni contratto di mutuo viene caratterizzato da alcuni elementi essenziali: tasso di interesse; durata; tipo di eventuale garanzia aggiuntiva oltre a quell’ipotecaria (ad esempio, può essere richiesto che un altro soggetto garantisca il pagamento delle rate: se il debitore non paga, a banca chiederà i soldi a quest’altro soggetto). Il tasso di interesse applicato al finanziamento determina la tipologia dei contratti di mutuo attualmente presenti sul mercato. Esistono: Mutuo a tasso fisso: la rata del mutuo non varia durante la durata del prestito. Questa forma garantisce la certezza dell'importo degli interessi che si dovranno pagare e, soprattutto, tutela il [ ... leggi tutto » ]

Per i mutui, il valore che esprime il costo totale dell'operazione, non è il TAEG bensì l’ISC: Indicatore Sintetico di Costo, espresso in percentuale sull’ammontare del mutuo concesso. L’ISC comprende: il rimborso del capitale il pagamento degli interessi le spese di istruttoria le spese di assicurazione o garanzia ogni altra spesa prevista nel contratto legata al mutuo Per porre una domanda sul contratto di mutuo in generale, sulle tipologie di mutuo, sulle normative vigenti e su tutti gli argomenti correlati, clicca [ ... leggi tutto » ]

23 giugno 2013 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile (affitto o soffietto) – aspetti positivi e negativi
Il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente ...
Mutuo a tasso fisso e rata costante
Il mutuo a tasso fisso e rata costante è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso fisso e rata costante consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...
Il mutuo a tasso misto
In fatto di mutui, si tende sempre a parlare di due grandi tipologie di finanziamento: a tasso variabile e a tasso fisso, a cui, però si può aggiungere un meno noto e poco sfruttato tasso misto. A ricordare l'esistenza di questo tipologia di mutuo è il Codacons che ribadisce ai ...
Il mutuo affitto
Il mutuo affitto è un mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile. Il mutuo affitto è un contratto di prestito. Il mutuo affitto consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente ...
Mutuo a tasso variabile con tetto massimo (CAP)
Il mutuo a tasso variabile con tetto massimo è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile con tetto massimo consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...

Spunti di discussione dal forum

Rinegoziazione mutuo – Ho diritto alla documentazione inerente il nuovo contratto?
Circa tre anni fa, ho rinegoziato il mio mutuo a tasso fisso con la mia banca, non allungando la durata ma semplicemente abbassando il tasso. Il tasso iniziale di circa 5,30% il tasso in seguito alla rinegoziazione circa il 3,5%. A quanto pare da quello che riesco a capire contattando…
Piano di ammortamento mutuo a tasso variabile
Ho appena realizzato che il piano di ammortamento del mio mutuo a tasso variabile a 30 anni, segue il metodo tradizionale invece del metodo di ricalcolo della rata. Questo provoca un inesorabile aumento della rata, quando il tasso rimane stabile. Mi spiego meglio: ad ogni rata la quota capitale sale,…
Mutuo interessi e rinegoziazione retroattiva
Sono una ex dipendente di una compagnia di assicurazione che fa parte di un gruppo bancario: in quanto dipendente di una società controllata da un gruppo bancario, come tutti i dipendenti di quella banca, godevo di un mutuo a condizioni agevolate. Nel contratto di mutuo era precisato che, laddove avessi…
Come poter prevedere l’importo presumibile della rata di un mutuo a tasso variabile?
Ho stipulato un mutuo con piano di ammortamento alla francese a tasso variabile nel 2011 e, sbirciando frettolosamente il piano di ammortamento presunto, che so che è suscettibile di modifiche in relazione ai cambi dei tassi, ho notato che, verso la fine le rate risultano esponenzialmente aumentate, addirittura raddoppiate rispetto…
Mutuo per ristrutturazione con convenzione Inpdap
Nel 2005 ho chiesto un mutuo per ristrutturare la prima casa. Oggi l'agenzia Entrate mi chiede una dichiarazione della banca che il mutuo è stato contratto per la ristrutturazione perché c'è scritto solo "credito fondiario" con ipoteca di primo grado sulla casa. La banca mi risponde picche e mi dice…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post il contratto di mutuo – scrittura privata ed atto pubblico. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Il contratto di mutuo – Scrittura privata ed atto pubblico Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 23 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria nozioni di base su mutui affitti e leasing Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca