Il mutuo dopo la separazione: i dati

In Italia sono attualmente 610 mila gli ex coniugi divorziati che stanno ancora pagando le rate del mutuo della propria casa.

Un numero enorme che rappresenta il 22,6% degli ex sposi divisi pressoché equamente fra uomini e donne.

Inoltre, il 42% dei divorziati dichiara una condizione economica più difficile e un anno dopo la separazione coniugale il 54,7% degli ex sta ancora pagando il mutuo casa.

La crisi economica, come è ovvio pensare, si fa dunque più pesante per i single e i divorziati che, oltre a dover sostenere da soli tutte le spese, spesso si trovano a dover pagare le rate del mutuo della vecchia casa.

Per questo motivo molti di loro (quasi l'11%) decide di tornare a casa dai genitori, mentre addirittura il 57% delle coppie, un anno dopo il divorzio, abita ancora sotto lo stesso tetto.

Accendere un nuovo mutuo? È praticamente impossibile.

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il mutuo dopo la separazione: i dati. Clicca qui.

Stai leggendo Il mutuo dopo la separazione: i dati Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 6 marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria famiglia separazione e divorzio - assegnazione casa e assegno di mantenimento coniuge separato o divorziato Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca