Mutuo ipotecario e strane richieste della banca per la stipula

Stipula mutuo ipotecario per chiudere i leasing aziendali

Ieri ci siamo recati dal notaio per la stipula di un mutuo ipotecario di € 275.000,00  (al quale sono state iscritte 3 ipoteche: una di primo grado e altre 2 si secondo grado...per un importo complessivo del triplo del valore richiesto).

Il mutuo è stato chiesto per chiudere tutti i leasing aziendali ed i vari fidi di cassa della ditta di famiglia, in modo da poter abassare i costi mensili ed avere maggior respito.  Inoltre, come comunicato preventivamente alla banca,  ci sarebbe rimasta una piccola somma che avremo utilizzato come liquidità aziendale.

Oggi, il giorno dopo esser andati da notaio e aver avuto l'erogazione del mutuo veniamo a conoscenza che:

- il c/c su cui è stato erogato il mutuo (un nuovo c/c aperto ieri dalla banca appositamente per l'operazione) momentaneamente non possiamo utilizzarlo, ma solo la banca stessa potrà effettuare i bonifici a saldo dei vari fidi di cassa e chiusura leasing., dopo aver ricevuto via mail i dati da noi. Questo perchè vogliono manovrare loro i movimenti. Ci sembra assurdo, ma visto che avremo ugualmente proceduto in quel modo, stiamo alle loro condizioni.

- Il direttore della banca ci avvisa di aver avuto disposizione di farci acquistare € 12.000,00 delle azioni della banca, con la parte di liquidità rimanente. Noi non eravamo a conoscenza della cosa.  Inoltre quei 12.000,00 € ci servono come liquidità (come precedentemente comunicato alla banca) senza di quelli ci resterebbe poco nulla e ci ritroveremo (almeno per questi mesi, ancora senza respito. Facciamo presente al direttore della cosa, e lui ci comunica di aver avuto disposizioni dall'alto di procedere assolutamente in questo modo,  dicendoci che in caso di nostra opposizione non ci avrebbero pagato gli unici due assegni erogato con quel c/c (tra l'altro in loro presenta in sede notarile...uno per notaio e l'altro per l'assicurazione). Possono fare una cosa simile ? Possono obbligarci a comprare loro azioni minacciandoci in questo modo? Noi non avevamo concordato nulla di simile prima della stipula. Nessuno sa dirmi qualcosa in merito?

Leggere contratto mutuo ed individuare eventuali clausole vessatorie

Si tratta di clausole evidentemente vessatorie, se sono esplicitamente previste nel contratto, cosa di cui dubito. Se, comunque, riesce a fare mettere nero su bianco queste assurde richieste, potrà rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario per ottenere anche un risarcimento, nel caso in cui il mutuo le venisse negato non accettando i ricatti del direttore.

30 ottobre 2012 · Lilla De Angelis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutuo ipotecario e strane richieste della banca per la stipula. Clicca qui.

Stai leggendo Mutuo ipotecario e strane richieste della banca per la stipula Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 30 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria decisioni Arbitro Bancario Finanziario in tema di clausole vessatorie portabilità violazione dovere buona fede contrattuale risarcimento Inserito nella sezione giurisprudenza del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca