Mutuo ipotecario non più sostenibile e piano di rientro

Mutuo ipotecario che si mangia quasi tutto il mio stipendio

Ho 46 anni anni, lavoro ed il mio stipendio è quasi completamente impegnato con un mutuo ipotecario fatto sulla mia casa, e una macchina comprata l'anno scorso. Mio marito aveva un'attività commerciale che nel novembre del 2009 ha dovuto chiudere in quanto il guadagno non copriva le spese.

Adesso abbiamo quasi 30.000 euro di debiti con 2 banche a cui ho chiesto un piano di rientro, e ci stiamo organizzando.

Ma quello che più mi spaventa è il debito di 80.000 euro che abbiamo con la ditta che ci forniva la merce, a cui abbiamo firmato, io e mio marito, assegni e cambiali per l'intero importo.

Da gennaio 2011 non riusciamo più a pagare, e sono incominciate ad arrivare lettere di protesto dalla prefettura.

Vorrei sapere se c'è una legge che ci possa tutelare e aiutare ad affrontare tutto questo, noi vogliamo pagare, ma gli importi che avevamo pattuito sono troppo alti e ci vorrà del tempo per riuscire a restituire il tutto.

La mia paura più grande è di perdere la casa, c'è la possibilità di pignoramento? Se si come evitarlo? Io ho tre figli e non posso stare a guardare mentre perdo tutto.

PS. Visto che sono stata costretta a firmare pure io le cambiali, possono toccare il mio stipendio?

Concordi un piano di rientro per il mutuo o il suo stipendio è a rischio

In ordine inverso: si, purtroppo anche il Suo stipendio è a rischio.

Esiste anche il rischio concreto di pignoramento dell'immobile.

E' da poco entrata in vigore una legge che prevede un concordato con i debitori ed un decreto legge che la modifica ed integra la possibilità, quando siano rispettate determinate condizioni, di esdebitazione anche per il debitore consumatore non assoggettabile a procedura fallimentare. Provi a dare uno sguardo agli articoli correlati.

5 novembre 2012 · Lilla De Angelis


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso variabile
Il piano di ammortamento alla francese con tasso variabile è un piano di ammortamento che prevede una estinzione graduale del debito con rate in cui la quota capitale può essere gestita secondo le due modalità di seguito descritte: ricalcolando ad ogni variazione del tasso il piano d'ammortamento. In questo caso ...
Il piano di ammortamento francese nel mutuo
Il piano di ammortamento francese può essere sia a tasso fisso che a tasso variabile. La sua caratteristica principale è che, a parità di tasso, la rata rimane costante per tutta la durata dell'ammortamento. Non ho intenzione di annoiarvi con una complicata formula di matematica finanziaria (che comunque è disponibile ...
Cosa è il piano di ammortamento di un mutuo
Il piano d'ammortamento del mutuo ci dice quanto pagheremo. Quando si parla di ammortamento si intende un'estinzione graduale del debito, mentre il piano non è altro che il progetto che stabilisce con quali criteri verrà estinto. Una volta fissati i limiti di tempo per estinguere il debito ed il tipo ...
Piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso fisso
Il piano d'ammortamento alla francese è un piano di ammortamento che prevede una estinzione graduale del debito in cui la rata è composta da una quota di capitale e una parte d'interessi. Nel caso di mutuo a tasso fisso le rate sono tutte uguali, mentre nel caso di mutuo variabile ...
Mutuo - piano di ammortamento all'italiana
Premettiamo che la classificazione come metodo “italiano” non significa che sia il piano di ammortamento utilizzato nel nostro Paese. Da noi come ovunque i finanziamenti rateali adottano soprattutto il piano di ammortamento francese, a rata costante. Quello “italiano” utilizza invece il criterio della quota capitale costante. Il che lo rende ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutuo ipotecario non più sostenibile e piano di rientro. Clicca qui.

Stai leggendo Mutuo ipotecario non più sostenibile e piano di rientro Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 5 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca