Mutuo ipotecario trentennale non più sostenibile




» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo



Sono un dipendente pubblico con un reddito mensile di 1250 euro. Nell’aprile 2009 ho stipulato un mutuo ipotecario trentennale per l’importo di 124000 euro. Il valore dell’immobile è di 165000 euro per il quale pago mensilmente circa 600 euro.

Nel frattempo mi son indebitato avendo in corso cessione del quinto di durata decennale più tre finanziamenti (in scadenza tra 5/7 anni) e tre carte di credito (due revolving e una cartasì). Il debito residuo di quest’ultimi è di circa 49000 euro,per il quale pago all’incirca 950 euro.

Al momento ho sempre pagato regolarmente a parte un ritardo con penale di pochi giorni con compass ma ora ho necessità d’abbassar la rate totali,o almeno per quanto riguarda gli altri finanziamenti in corso se non è possibile consolidare nell’insieme mutuo più finanziamenti e carte.

Avrei bisogno di un consiglio per come districare questa situazione.



» Vai all'indice dei contenuti dell'articolo completo


26 Novembre 2012 · Chiara Nicolai




Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutuo ipotecario trentennale non più sostenibile. Clicca qui.

Stai leggendo Mutuo ipotecario trentennale non più sostenibile Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 26 Novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)