Mutuo » Banche chiedono ritorno a penale per estinzione anticipata

Gli istituti di credito italiani lamentano la pressione fiscale e chiedono a gran voce il ritorno della penale sull’estinzione anticipata dei contratti di mutuo.

Sebbene il contesto attuale non faccia auspicare ad una ripresa immediata, sono in molti ad adoperarsi per costruire una propria autonomia familiare, impegnandosi nella ricerca di una casa e informandosi sui requisiti e le modalità per ottenere un mutuo.

In casi di gestione ponderata delle proprie finanze o di condizioni particolarmente favorevoli, può inoltre verificarsi la possibilità, da parte del cliente, di concludere il proprio contratto di mutuo prima della scadenza, versando il capitale residuo e riducendo gli interessi da pagare alla banca.

Questa pratica prende il nome di estinzione anticipata del mutuo. Spieghiamoci meglio.

L’estinzione anticipata del mutuo è la facoltà, attribuita al mutuatario, di restituire il mutuo anticipatamente come previsto dalla legge per i contratti di credito fondiario.

A fronte di questo mancato guadagno la banca poteva, prima della legge Bersani, in linea generale e se previsto nel contratto, richiedere un compenso, chiamato anche commissione e, a volte, penale.

Tuttavia, ai sensi della Legge 40/2007 ( legge Bersani) erano diventate nulle e non potevano più essere stipulate clausole che prevedevano penali, commissioni e altre prestazioni per il caso di estinzione anticipata, o di rimborso parziale anticipato, dei mutui stipulati o accollati a seguito di frazionamento per l’acquisto o per la ristrutturazione di unità immobiliari adibite ad abitazione ovvero allo svolgimento della propria attività economica o professionale da parte di persone fisiche.

Ora, però, le banche vogliono che sia reintrodotta la penale per l’estinzione anticipata dei mutui.

A sostenere il ritorno della commissione per estinzione anticipata del prestito immobiliare, a carico dei clienti, è l’Abi, l’associazione delle banche italiane, in un dossier di 41 pagine presentato al Ministro dell’Economia.

Si tratta di un lungo elenco di richieste al governo. In particolare, si legge nel fascicolo, le banche italiane sono le uniche nella UE a non prevedere penali per l’estinzione anticipata dei mutui, una disparità che si traduce in non poche difficoltà relative alla gestione dei costi di raccolta e delle spese di impiego per l’intera durata dei finanziamenti accesi per l’acquisto di un’abitazione.

Le banche chiedono pertanto il ripristino delle sanzioni che dovrebbero essere introdotte per un lasso di tempo proporzionale alla durata del mutuo.

Noi, intanto, speriamo non avvenga l’ennesimo regalo a favore degli istituti di credito.

1 Luglio 2014 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Estinzione anticipata del mutuo
Estinzione anticipata del mutuo è la facoltà, attribuita al mutuatario, di restituire il mutuo anticipatamente come previsto dalla legge (articolo 38 e seguenti Decreto Legislativo numero 385/1993, articolo 40 Testo Unico Bancario) per i contratti di credito fondiario. Generalmente anche negli altri contratti è convenzionalmente prevista tale possibilità. Il mutuatario può quindi decidere, a un certo punto dell'ammortamento, di chiudere il contratto, restituendo il capitale ancora dovuto sul quale evidentemente smette di pagare gli interessi. A fronte di questo mancato guadagno la banca può, in linea generale e se previsto nel contratto, richiedere un compenso (chiamato anche commissione e, a ...

Estinzione anticipata e/o surroga del mutuo - deve essere rimborsato il premio assicurativo per la copertura pagata e non fruita
L'accordo ABI-Ania del 22 ottobre 2008 riproduce e consolida un insieme di regole di "good practice" e rappresenta per l'intero sistema bancario - anche per gli istituti non associati all'ABI - un punto di riferimento dal quale non è possibile discostarsi. E, in tema di rimborso dei premi assicurativi, l'accordo ABI-Ania prevede espressamente che Nel caso in cui il contratto di mutuo o di finanziamento venga estinto anticipatamente rispetto all'iniziale durata contrattuale, ed esso sia assistito da una copertura assicurativa collocata dal soggetto mutuante ed il cui premio sia stato pagato anticipatamente in soluzione unica ..., il soggetto mutuante restituisce ...

Estinzione anticipata del mutuo - Il recesso anche dalla polizza incendio e scoppio deve essere espressamente richiesto
Senza alcun dubbio esiste un collegamento negoziale fra il contratto di mutuo e la stipula di una polizza assicurativa a copertura del rischio incendio e/o danneggiamento del bene immobile oggetto di garanzia ipotecaria. Ciò, tenuto conto che banche e finanziarie sono soliti richiedere alla clientela di stipulare, contestualmente alla concessione di un mutuo, una polizza assicurativa a copertura dei rischi riguardanti l'immobile (incendio, scoppio, responsabilità civile, ecc.), polizza nella maggior parte dei casi collocata dalla stessa banca mutuante, che risulta altresì beneficiaria della stessa. Dalla presenza di tale collegamento negoziale fra i contratti discende che, benché ciascuno di essi conservi ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mutuo » banche chiedono ritorno a penale per estinzione anticipata. Clicca qui.

Stai leggendo Mutuo » Banche chiedono ritorno a penale per estinzione anticipata Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 1 Luglio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Agosto 2017 Classificato nella categoria nozioni di base su mutui affitti e leasing Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)