Pignoramento dell'immobile non azionabile se la casa è di suo marito

Lei è una privilegiata, ha la separazione dei beni e la casa familiare è di proprietà di suo marito: una condizione invidiabile per una debitrice. Tuttavia deve continuare ad essere pagato il mutuo garantito dall'ipoteca gravante sulla casa paterna.

Lasci stare le agenzie di debito, che miracoli non ne possono fare. Quando troverà un lavoro decente, potrà pagare i suoi creditori e il mutuo, magari anche grazie al pignoramento del quinto dello stipendio (così, almeno, il rateo mensile sarà sostenibile).

Per quanto riguarda il futuro di suo figlio, purtroppo, quello non dipende da lei, né dai suoi debiti. Bisogna solo sperare che la classe politica, dirigente di questo paese disgraziato, cominci a pensare un po' più al futuro dei giovani ed un po' meno al proprio presente o alla propria vecchiaia da sàtiri gaudenti.

17 ottobre 2012 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca