Consultazione tecnica preventiva sui tassi usurari dei mutui

L'uomo della strada ha sempre pensato che l'usura sarebbe possibile solo al di fuori del sistema legale del credito e che le operazioni bancarie devono necessariamente essere legali ma, purtroppo, non sempre ciò accade.

Se il tasso nominale praticato dagli istituti di credito è solitamente allineato alle soglie massime consentite, altrettanto non si può affermare per il tasso effettivo globale annuo (TAEG), sul quale incidono spese, commissioni e metodologie di calcolo (anatocismo) non sempre trasparenti che possono far lievitare, subdolamente, il costo effettivo del finanziamento (apertura di credito in c/c, mutui, prestiti personali ecc. ).

Tuttavia, accertare il tasso effettivo praticato dalla banca non è un operazione semplice ma, viceversa, può essere effettuata solo da professionisti altamente specializzati, con l'ausilio di sofisticati programmi software.

Se un correntista ha il sospetto che la propria banca applichi tassi di interesse spropositati e, per svariati motivi, non vuole fare causa alla banca, ha la possibilità di chiedere al Presidente del Tribunale di nominare un consulente tecnico (CTU) che verifichi il saldo contabile dei conti correnti alla luce della legge 108/1996 in materia di usura.

Ma non sempre i tribunali ammettono questa forma di conciliazione.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca