Multe via social network » L'iniziativa sembra funzionare

Multe via social network » La novità sembra funzionare

Multe tramite social network: Trova un'auto in sosta nel parcheggio per disabili, assegnato a suo figlio autistico, e via twitter lo fa notare in tempo reale alla Polizia municipale di Roma. Dopo pochi minuti, un vigile mette sul parabrezza dell'automobile la contravvenzione per l'occupazione abusiva del parcheggio.

Le multe social, a Roma, sembrano andare alla grande. Lo dimostra l'esperienza, che stiamo per raccontarvi, che ha avuto come protagonista un noto giornalista e conduttore radiofonico.

Avvalendosi dell'iniziativa pubblicizzata un paio di settimane fa dal nuovo comandante della Polizia municipale, il quale aveva esortato i cittadini a segnalare via twitter le auto in divieto di sosta, l'uomo ha pensato di mettere alla prova il nuovo servizio.

Così, postando su twitter la foto della macchina parcheggiata in divieto, ha commentato: Vediamo se è vero che i vigili di Roma vedono Twitter: ecco il parcheggio di mio figlio occupato.

Poco dopo, orientato da alcuni utenti, ha ripetuto il messaggio indicando anche l'account della polizia a cui le segnalazioni vanno indirizzate.

E come per magia, dopo appena sette minuti ha ricevuto la risposta della la Polizia di Roma Capitale, la quale ha chiesto fosse indicato anche la via con il numero civico.

Così, un'ora dopo, un nuovo tweet del giornalista inquadra immortalava due vigili intenti ad elevare la multa intorno all'automobile ancora parcheggiata laddove non potrebbe.

Eggià il servizio, sembra, funzionare davvero.

27 gennaio 2014 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multe via social network » l'iniziativa sembra funzionare. Clicca qui.

Stai leggendo Multe via social network » L'iniziativa sembra funzionare Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 27 gennaio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca