Indice del post multe comminate dagli ausiliari del traffico » il tuo prontuario

Gli ausiliari del traffico sono dipendenti comunali, oppure dipendenti delle società che gestiscono i parcheggi o il trasporto pubblico locale. Hanno il potere di elevare multe per determinate infrazioni al codice della strada. In questo articolo approfondiremo i poteri e i limiti di questa figura professionale, andando a spaziare tra le competenze e gli ambiti di intervento [ ... leggi tutto » ]

L'Ausiliare del Traffico è una figura professionale istituita dall'articolo 17 (commi 132 e 133) della legge numero 127 del 15 maggio 1997 (detta Bassanini bis), e va ad integrare i soggetti a cui sono demandati i servizi di Polizia Stradale compresi nell'articolo 12 (comma 1 lettera e) del Codice Andando ad interpretare il nostro ordinamento giuridico, si nota che l'articolo 17 comma 132/133 Legge 127 del 15 maggio 1997 attribuisce agli ausiliari del traffico funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni agli Articoli del Codice della Strada che riguardano la sosta. A seguito dei commi 132 e 133, esistono [ ... leggi tutto » ]

Le multe elevate dagli ausiliari del traffico possono concernere solo la violazione delle norme sulla sosta e sulla fermata e comunque solo nelle aree di loro competenza o quelle strettamente limitrofe. Non tutti gli ausiliari hanno gli stessi poteri in materia di contestazione e accertamento delle violazioni, più precisamente: gli ausiliari dipendenti comunali sono abilitati alla prevenzione ed all'accertamento delle violazioni esclusivamente in materia di sosta, su tutto il territorio comunale. gli ausiliari dipendenti delle società di gestione dei parcheggi possono agire solo all'interno delle aree oggetto di concessione: di solito negli spazi contrassegnati da segnaletica orizzontale di colore [ ... leggi tutto » ]

Tutti gli ausiliari del traffico sono nominati dal Sindaco con apposita ordinanza, previo accertamento dell'assenza di precedenti o pendenze penali. L'ordinanza del Sindaco specifica se gli ausiliari sono abilitati anche alla rimozione dei veicoli. Gli ausiliari sono dipendenti del Comune, delle società di gestione dei parcheggi e di quelle esercenti il trasporto pubblico. Il controllo delle norme sulla circolazione stradale, l'organizzazione del servizio e la procedura sanzionatoria amministrativa sono di competenza degli uffici [ ... leggi tutto » ]

Gli ausiliari redigono verbali dello stesso tipo di quelli utilizzati dalla Polizia Municipale: contengono gli stessi elementi, cambia solo l'intestazione che può recare la ragione sociale e il logo della società di cui sono dipendenti. Gli stampati dei verbali possono essere del tipo tradizionale, oppure prodotti con computer palmare. La procedura dei verbali degli ausiliari (informazioni, trattamento informatico, pagamenti, spedizione, ricorsi, ecc) è quella, unica, prevista dal Codice della Strada ed è gestita dal Comando di Polizia Municipale. La titolarità e la responsabilità dell'accertamento delle [ ... leggi tutto » ]

Ci sono due casi in cui potete fare ricorso contro le multe comminate da un ausiliari del traffico. Primo. Nel preavviso di accertamento lasciato sul parabrezza, devono esserci i requisiti che evidenziano la sua qualifica e il suo potere. Come verificarlo? Semplice: nel verbale (che non è mai dell'ausiliario, ma del responsabile dell'ufficio accertatore) devono emergere il rapporto di lavoro con la società di gestione e l’abilitazione necessaria a redigerlo. Se manca anche uno di questi elementi, avete ottime probabilità che il ricorso venga accolto. Secondo. L’ausiliario può consegnarvi una specie di preavviso d’infrazione, non il verbale stesso: questo [ ... leggi tutto » ]

Di seguito un facsimile di ricorso, nel caso un ausiliario vi multasse per sosta irregolare su un marciapiede, non funzionale al posteggio dato in concessione. Ufficio Del Giudice di Pace di Città ex articolo 204 bis s. Ill.mo sig. Giudice, ricorre: Rossi Mario nato a XXXXX il XXXX e ivi residente in Via XXXXX numero XX, luogo dove elegge anche domicilio ai fini della presente opposizione, il quale premette ed espone di avere ricevuto in data 24.12.08, in qualità di proprietario della moto targata XXXXXXX, notifica di accertamento di una infrazione ex articolo 158/1-5 del s. relativa al verbale [ ... leggi tutto » ]

Sul tema, l'avvocato Salvatore Iozzo ha pubblicato, proprio oggi, un video articolo molto interessante, che vi consiglio di non perdere ed a cui rimando. [ ... leggi tutto » ]

I poteri degli Ausiliari del Traffico sono stati molto discussi fin dai primi anni di istituzione di questa nuova figura professionale, dando origine a molti ricorsi giudiziari innanzi ai vari Giudice di Pace d'Italia contro gli atti da essi compilati nell'esercizio delle loro funzioni. La Giurisprudenza non è stata sempre chiara e univoca nel tempo, e ha interpellato più volte la Corte di Cassazione per fare chiarezza [ ... leggi tutto » ]

In tema di prevenzione della violazione, la Suprema Corte, con la pronuncia 2817/06, ha sancito che: L'articolo 68 della legge 23 dicembre 1999, numero 488, nel prevedere che gli articoli 132 e 133 della legge 15 maggio 1997, numero 127 s'interpretano nel senso che il conferimento ai cosiddetti "ausiliari del traffico" delle funzioni di prevenzione ed accertamento delle violazioni del codice della strada comprende anche i poteri di contestazione immediata, nonché di redazione e sottoscrizione del verbale di accertamento, non ha introdotto in materia sostanziali innovazioni, tali da consentire di escludere che tale disposizione abbia effettivamente carattere d'interpretazione autentica, [ ... leggi tutto » ]

La pronuncia della Suprema Corte 18419/06 ha stabilito che ai dipendenti comunali, possono essere conferite, come "ausiliari del traffico", solo funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta; non compete, sulla base del contratto collettivo nazionale di lavoro 31 marzo 1999 del Comparto Regioni ed autonomie locali per il personale non dirigente, avente ad oggetto la revisione del sistema di classificazione professionale, il collocamento nella categoria C a norma dell'articolo 7, comma quarto, del menzionato contratto, non essendo i suddetti dipendenti ricompresi nell'area di vigilanza, come definita dalla dichiarazione congiunta del contratto stesso, per la quale [ ... leggi tutto » ]

Con la sentenza numero 16777/07, la Suprema Corte ha sancito che: Gli ausiliari del traffico, in tanto sono legittimati ad accertare e contestare violazioni alle norme del codice della strada, in quanto dette violazioni concernano le disposizioni in materia di sosta. Laddove le violazioni consistano in condotte diverse, quale, nella specie, la circolazione in corsie riservate ai mezzi pubblici, l'accertamento può essere compiuto dal personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico di persone ma non anche dagli ausiliari del traffico. Secondo i giudici della Cassazione, pertanto, sono nulle le contravvenzioni elevate dagli ausiliari del traffico nelle corsie preferenziali. Gli [ ... leggi tutto » ]

In tema di di multe per sosta su strisce blu, gli Ermellini, con la pronuncia 20291/2008, hanno stabilito che: Gli ausiliari del traffico possono multare i cittadini non solo se non pagano il ticket del parcheggio a pagamento ma anche se la macchina, parcheggiata male fuori dalle strisce blu, è d’intralcio alla sosta degli altri veicoli. Ciò perché le funzioni che possono essere conferite dai comuni agli ausiliari del traffico dipendenti delle società concessionarie dei parcheggi a pagamento concernendo la prevenzione e l’accertamento delle violazioni alle norme del codice della strada in materia di sosta nelle aree oggetto della [ ... leggi tutto » ]

Con la pronuncia 22676/09, la Seconda Sezione della Corte di Cassazione, ha stabilito che: Gli ausiliari del traffico che sono dipendenti del comune e non di società private possono multare per divieto di sosta anche fuori dalle strisce blu. Infatti non sono soggetti a limitazioni delle funzioni di prevenzione e accertamento delle infrazioni in materia di sosta dal momento che, nell ambito del territorio del comune, non trova applicazione il limite della soggezione delle aree a concessione di parcheggio, che caratterizza invece, il corrispondente potere dei dipendenti delle società concessionarie. A parere dei Giudici di Piazza Cavour, quindi, vi [ ... leggi tutto » ]

Come abbiamo già visto, ci sono volute leggi, circolari e sentenze della Cassazione per arrivare a stabilire che, quando si parla di ausiliari del traffico, si tratta di pubblici ufficiali, indipendentemente se siano legati alla Pubblica amministrazione da un rapporto di lavoro pubblico oppure privato: i loro atti hanno la stessa validità di quelli della Polizia. Come se non bastasse, sovente i sindacalisti avanzano l’ipotesi che gli ausiliari guadagnano anche in base al numero di multe date: sarebbero quindi incentivati a sanzionare. E ancora: specie al Sud Italia (ma sempre di più anche a Roma), l’automobilista è costretto a [ ... leggi tutto » ]

25 giugno 2013 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post multe comminate dagli ausiliari del traffico » il tuo prontuario. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Multe comminate dagli ausiliari del traffico » Il tuo prontuario Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 25 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 28 settembre 2017 Classificato nella categoria multe accertamento infrazione notifica verbale pagamento sanzione o ricorso » mini guide Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca