Multe da ausiliario: il ricorso

Per difendersi non resta che la strada del ricorso, resa peraltro più impervia e costosa.

impervia in quanto bisognerebbe prima capire se un verbale sia stato fatto da un ausiliario o da un vigile, una verifica indispensabile per l'utente che può fare rivolgendosi al Giudice di Pace o all'ufficio procedimenti sanzionatori del Comune.

Costosa perché solo per presentare ricorso al Giudice di Pace servono 33 euro per questo genere di multe.

Ossia più o meno l'equivalente del loro importo dopo che dalla scorsa estate è entrato in vigore lo sconto del 30% per chi paga entro cinque la sanzione ricevuta.

Oppure si potrebbe fare ricorso al Prefetto.

Non costa niente presentarlo, ma è decisamente più improbabile che venga accolto, e nel caso venga respinto la sanzione viene raddoppiata.

Insomma pare convenga pagarle, questione di principio a parte, in attesa che il Tribunale civile si pronunci sulla regolarità e la trasparenza dell'attività sanzionatoria.

Dopo di che potrebbe aprirsi una nuova vicenda e potrebbe alimentare la fase della plausibile rivalsa sulle multe impropriamente pagate dal 2009 a oggi.

Così potrebbe diventare ancor più difficile il rapporto di fiducia tra l'Amministrazione comunale e il cittadino: se non era giusto pagarle non sarebbe quindi giusto rimborsarle?

12 febbraio 2014 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca