Multa valida se agente confonde la patente e carta di qualificazione

Multa al camionista valida anche se agente confonde la patente con la carta di qualificazione.

Infatti, è valida la multa al camionista che passa con il rosso anche se l’agente ha segnato i dati della patente come identificativo della Carta di qualificazione del conducente.

E’ irrilevante il mero errore materiale compiuto dall’accertatore. Pertanto, è legittimo togliere i punti dal titolo professionale del trasgressore.

Questo l’orientamento espresso da piazza Cavour con la pronuncia 28516/13.

Multa e confusione dell’agente: Commenti

È valida la multa al camionista che passa con il rosso anche se l’agente segna i dati della patente come identificativo della Carta di qualificazione del conducente. È irrilevante il mero errore materiale compiuto dall’accertatore: tolti i punti dal titolo professionale.

Questo è quanto si evince dalla pronuncia in esame.

Con la stessa, gli Ermellini hanno accolto il ricorso del Comune contro una decisione del tribunale di Firenze.

I giudici di merito, infatti, avevano ritenuto nulla la multa fatta all’automobilista dagli agenti accertatori, i quali avevano erroneamente indicato gli estremi della carta di qualificazione del conducente nel verbale ritenendo che comunque gli altri elementi identificativi del trasgressore e della trasgressione bastassero.

Invece, per la Suprema Corte il solo errore materiale compiuto dall’agente accertatore non andava a ledere il diritto di difesa del trasgressore in quanto si è comunque indicato il numero di patente di guida da cui, anche se privo dell’identificativo della carta di qualificazione, si potevano detrarre comunque i punti patente.

Insomma, è errato il giudizio dei giudici toscani nel ritenere che l’errata indicazione del numero identificativo della patente personale nello spazio dedicato alla Carta qualificativa ponesse i presupposti per la detrazione dei punti patente dal primo titolo abilitativo e non dal secondo.

2 Gennaio 2014 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: ,

Approfondimenti

Patente a punti » Quando non c'è obbligo di comunicare i dati del conducente
In tema di patente a punti, non sussiste l'obbligo di comunicare i dati del conducente per chi ha effettuato il ricorso alla multa principale. Segnaliamo una nuova significativa sentenza in materia di patente a punti ed obbligo di comunicare i dati del conducente, secondo la quale chi impugna il verbale non deve comunicare alcunché all'autorità che ha elevato la multa. Impugnazione multa: secondo il giudice di pace di parma non c'è l'obbligo di comunicazione dati conducente A parere del giudice di pace di Parma, con la decisione 703/13, non vi è l'obbligo di comunicare i dati del conducente se nel ...

Multa » Agente può elevarla dal computer senza compilare verbale
Un agente di polizia ha la possibilità di elevare la multa dal computer senza dover per forza redigere il verbale. L'originale della multa elevata al trasgressore, può essere costituito dal file creato direttamente dal pc del comando, senza dover per forza prima passare per il documento cartaceo, a condizione che la contestazione immediata dell'addebito al trasgressore sia impossibile. Inutile, quindi, correre dietro la macchina, quando ciò sia impossibile, e staccare il classico fogliettino con la multa. L'agente contravventore, quindi, può, in un momento successivo e comodamente dal proprio ufficio, redigere un verbale di accertamento di infrazioni stradali già in forma ...

Multa » Se manca l'indicazione del minimo e del massimo edittale della sanzione è comunque valida
E' comunque legittimo il verbale di multa che manca di minimo e massimo edittale sanzionatorio. Infatti, la mancata indicazione nel verbale del minimo e del massimo edittale della sanzione, prevista dal codice della strada, da comminare, sono irrilevanti rispetto a un quantum sanzionatorio che dovrà essere applicato dal prefetto, al quale possono essere formulate le deduzioni del caso, ed il cui provvedimento è impugnabile nei modi di legge. Questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione con sentenza 4575/2014. Se nel verbale manca l'indicazione di minimo e massimo edittale la multa è comunque valida Inutile arrampicarsi sugli specchi: la multa ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa valida se agente confonde la patente e carta di qualificazione. Clicca qui.

Stai leggendo Multa valida se agente confonde la patente e carta di qualificazione Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 2 Gennaio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Maggio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)