Multa in ZTL » Quando non è legittima

Quando si riceve una multa per ingresso non autorizzato in una zona a traffico limitato, bisogna subito verificare se la ZTL è stata istituita da un'ordinanza dirigenziale. Solo In questo caso, si può fare ricorso davanti al Giudice di Pace (o al Prefetto) per ottenere l'annullamento della multa.

Infatti, secondo l'articolo 7 del Codice della Strada, comma 9: I comuni, con deliberazione della giunta, provvedono a delimitare le aree pedonali e le zone a traffico limitato tenendo conto degli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione, sulla salute, sull'ordine pubblico, sul patrimonio ambientale e culturale e sul territorio. In caso di urgenza il provvedimento potrà essere adottato con ordinanza del sindaco, ancorché di modifica o integrazione della deliberazione della giunta.

Analogamente i comuni provvedono a delimitare altre zone di rilevanza urbanistica nelle quali sussistono esigenze particolari di traffico, di cui al secondo periodo del comma 8. Icomuni possono subordinare l'ingresso o la circolazione dei veicoli a motore, all'interno delle zone a traffico limitato, anche al pagamento di una somma. Con direttiva emanata dall'Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale entro un anno dall'entrata in vigore del presente codice, sono individuate le tipologie dei comuni che possono avvalersi di tale facoltà, nonché le modalità di riscossione del pagamento e le categorie dei veicoli esentati.

Per poter sapere se le Ztl di una città sono state istituite regolarmente non occorre svolgere lunghe indagini presso gli uffici comunali. Infatti, è sufficiente effettuare una ricerca sul web, componendo su un qualunque motore di ricerca il nome del comune e le parole ordinanza delibera ZTL. Oppure, in alternativa, si può fare approfondire cercando direttamente sul sito del comune desiderato: solitamente questi documenti si trovano nella sezione mobilità del sito.

Invece, nel caso il documento non fosse stato pubblicato sul web, è possibile presentare al Comune un'istanza di accesso agli atti amministrativi.

L'istanza è gratuita, e il Comune deve rispondere entro trenta giorni dal suo ricevimento, come disposto dalla Legge 241/40. Bisogna però far presto, perchè, come già noto, anche il termine per contestare una multa al Giudice di Pace è di 30 giorni.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca