Multa per sosta su strisce blu » Nulla se non vi sono parcheggi liberi

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Strisce blu: hai parcheggiato senza comprare il ticket e ti hanno sanzionato? E’ da considerarsi nullo il verbale di multa se il Comune non prova l’esistenza di aree di sosta gratuita nelle vicinanze di quelle a pagamento.

Buone notizie per i cittadini italiani e un’altra tegola per le casse comunali.

Dopo il ciclone che ha investito i Comuni con le dichiarazioni del Ministero secondo cui la multa per ticket scaduto non esiste ed è illecita, ecco un’altra buona nuova.

Infatti, sarà più semplice per gli automobilisti ottenere l’annullamento della multa per non avere corrisposto il prezzo del grattino nelle zone di sosta a pagamento: spetta al Comune dover provare l’esistenza di aree a libera sosta nelle vicinanze e non al multato.

Ciò è quanto disposto dalla Corte di Cassazione con ordinanza 18575/14.

A parere degli ermellini, dunque, è onere del Comune produrre in giudizio le ordinanze che regolamentano la sosta nell’area.

In particolare i giudici di Piazza Cavour hanno espressamente affermato che nel giudizio di opposizione a verbale di accertamento di infrazione del codice della strada, grava sull’autorità amministrativa opposta, a fronte di una specifica contestazione da parte dell’opponente, che lamenti la mancata riserva di una adeguata area destinata a parcheggio libero, la prova della esistenza della delibera che escluda la sussistenza di tale obbligo.

Si ribaltano, dunque, le sorti della vicenda.

In passato, infatti, i giudici avevano sostenuto il contrario, ovvero che l’onere della prova spettasse al cittadino, cosa che oggi invece viene contraddetta.

Meglio così.

4 Settembre 2014 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Strisce blu - quando la multa per omessa esposizione del ticket è illegittima
Qualora il Comune assuma l'esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione, ovvero disponga l'installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta. Quando non sono disponibili spazi liberi per il parcheggio nelle vicinanze del luogo in cui viene rilevata infrazione per non aver esposto il ticket per la sosta e in assenza di delibere comunali che qualificano l'area in questione come quella rientrante nella ...

Multa per mancato rispetto delle norme sui parcheggi » Nulla se l'ausiliario che l'ha elevata non è abilitato
Multa per divieto di sosta o parcheggio senza ticket sulle strisce blu: se l'ausiliare del traffico non è abilitato può essere nulla. Nel giudizio di opposizione al verbale di multa, di fronte alla contestazione del trasgressore, è il Comune che deve dimostrare come l'accertatore fosse autorizzato a rilevare l'infrazione alle norme sui parcheggi. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con ordinanza 22867/14. Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, può essere considerata illegittima la multa se gli enti locali non riescono a dimostrare la valida nomina degli ausiliari del traffico. Potrebbero essere annullabili, dunque, tutte le ...

Multa per divieto di sosta elevata dagli ausiliari del traffico » E' legittima se sussiste l'incarico del Comune
E' valida la multa per divieto di sosta in zona pedonale, elevata dall'ausiliario del traffico, se c'è stato l'incarico del Comune. L'ausiliario del traffico può fare la multa a chi parcheggia in zona pedonale, anche se fuori dall'area in concessione, a patto che vi sia un'autorizzazione del Comune. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 21268/14. Da ciò che si evince dalla suddetta pronuncia, si può essere multati dagli ausiliari della sosta anche se si posteggia in un'area pedonale. La competenza limitata alle strisce blu e alle loro immediate vicinanze vale solo per i dipendenti delle società concessionarie ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa per sosta su strisce blu » nulla se non vi sono parcheggi liberi. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)