Multa per passaggio con semaforo rosso » Ma quanto deve durare il giallo?

Multa per passaggio con semaforo rosso » La durata della luce gialla

Quante volte capita: il semaforo, di fronte a noi, si presenta con la luce gialla: si accelera per superare l'incrocio, ma, a metà dell'attraversamento, ecco che scatta il rosso. Il pasticcio è bello che fatto e ci si becca la multa. Ma quanto deve durare, precisamente, la luce gialla in un semaforo perché la sanzione sia legittima?

In quest'ottica, è bene chiarire che, in un semaforo, dal cambio dal giallo al rosso ci deve essere tutto il tempo per passare senza trucchi volti a indurre in facili sanzioni.

Ma, a parere del sottosegretario ai trasporti, i Comuni non possono determinare in autonomia la durata della luce gialla, ignorando il codice della strada.

I comuni non possono stabilire la durata della luce gialla in un semaforo

I Comuni non posso stabilire, arbitrariamente, i tempi di durata della luce gialla al semaforo, rendendo così incerto, a seconda della città e dell'incrocio, il passaggio dell'automobilista e la conseguente possibilità di una multa.

Comunque, si devono considerare come congrui tempi minimi le seguenti durate:

  1. 4 secondi nelle zone urbane
  2. 5 secondi fuori dal centro abitato.

Ciò, si evince da un chiarimento effettuato dal sottosegretario ai trasporti Enrico Zanetti in un'interrogazione parlamentare.



La controversia del giallo semaforico

La questione legata alla durata del giallo semaforico è molto spesso motivo di ricorso davanti al giudice di pace.

Ciò, specialmente nell'ipotesi in cui venga elevata una multa per passaggio col rosso da una pattuglia nascosta dietro l’incrocio o con i dispositivi elettronici photored.

La durata dell'accensione della luce gialla condiziona pesantemente anche il destino di una multa.

Infatti, il problema è proprio stabilire quando, effettivamente, scatta il rosso. E, nell'incertezza determinata dall'autonomia dei Comuni nel settare i semafori, è sempre più facile cadere nella trappola.

L'automobilista, infatti, ignora i precisi tempi di durata del semaforo. Da ciò ne consegue che quando passa con il semaforo giallo accetta il rischio, che, dietro di lui, si accenda la luce rossa e, con essa, anche la telecamera del photored, che lo multa. Pertanto, riducendo i tempi di durata del giallo, l'effetto che scaturisce è che aumenta il numero degli automobilisti che transitano con il rosso senza avere cognizione di effettuare una violazione, rimpinguando le casse comunali.

Il parere del ministero sulla durata del giallo

Come accennato, a parere del sottosegretario del ministero dei trasporti, il codice della strada non indica una durata minima del tempo di accensione della luce gialla veicolare ma si limita ad affermare che, durante tale periodo, i veicoli non devono oltrepassare la linea di arresto, salvo che non si trovino così vicino da non potersi arrestare con sufficiente sicurezza.

Peraltro i tempi del giallo non possono essere stabiliti arbitrariamente ma devono rispettare il codice della strada.

Il sottosegretario, poi, nel concludere la propria risposta all'interrogazione, ha precisato che, nella pratica operativa, i tempi adeguati sono 4 secondi in ambito urbano e 5 secondi fuori dai centri abitati o in presenza di particolari condizioni geometriche della strada.

Si tratta, comunque, di tempi minimi, che possono anche essere aumentati, sulla base delle indicazioni dei tecnici esperti in regolazione semaforica.

9 aprile 2014 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa per passaggio con semaforo rosso » ma quanto deve durare il giallo?. Clicca qui.

Stai leggendo Multa per passaggio con semaforo rosso » Ma quanto deve durare il giallo? Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 9 aprile 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 21 settembre 2017 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca