Multa per guida in stato di ebbrezza per uso di pomata all’alcool

Indice dei contenuti dell'articolo


Multa per pomata all'alcool - stato di ebbrezza?

Vorrei avere delle informazioni in merito a una vicenda. Ho letto su un giornale di un automobilista che era stato fermato per un controllo all'alcool test.

Il conducente sarebbe risultato positivo, pur non avendo assunto sostanze alcoliche.

Utilizzava una pomata per ridurre il gonfiore labiale, che conteneva alcool.

Avrebbe dimostrato il fatto, presentando ricorso, perdendolo.

La multa, infatti, sarebbe stata considerata legittima.

E' tutto vero?

Multa per guida in stato di ebbrezza causato da una pomata

Il fatto è realmente accaduto. Secondo la Cassazione (Cass. sent. numero 48239/12 del 13.12.2012), infatti, per far scattare il reato per il conducente ubriaco non si rileva la quantità di alcool da questi assunta, ma la quantità assorbita dal sangue.

A parere della Suprema Corte, chi prende medicine che contengono alcool deve evitare di bere alcolici o di mettersi al volante.

E' necessario quindi comprare uno dei test reperibili in commercio per verificare se si trova in condizioni idonee per poter guidare.

Dunque, l’importante è essere positivi all'alcooltest.

Cioè aver superato la soglia massima consentita dalla legge: non importa per quali ragioni, anche se si tratti di farmaci che contengono alcool.

Non sono ammesse prove contrarie.

Quindi, si considera la guida in stato di ebbrezza, legittimando la multa.

All’imputato non può essere ammesso di dimostrare di essere stato nelle condizioni fisiche e mentali di guidare.

Da oggi, occhio alle pomate.

21 Gennaio 2013 · Andrea Ricciardi