Multa in vecchio comune prima del cambio di residenza

Multa in un comune di vecchia residenza

Volevo avere dei chiarimenti in quanto dopo essermi letto gran parte di quanto in questo (complimenti) curpulento sito non sono ancora riuscito a capire.

Il 14 Marzo 2012 mi viene elevata una contravvenzione dai vigili urbani del comune X che lasciano regolarmente avviso sul parabrezza.

Ad oggi nulla mi è pervenuta alla mia nuova residenza nello stesso comune X effetuata a Maggio 2012.

So comunque che un verbale di multa relativo a questa contravvenzione mi ha raggiunto alla vecchia residenza (Comune Y) senza essere stato notificato a qualcuno.

Intanto un amico vigile del comune Y mi dice (confidenzialmente) che ha un contravvenzione da notificarmi li nel comune Y e se non la ritiro entro qualche giorno la affigge all'albo pretorio del comune Y.

Domanda : A me interessa qualcosa di questa multa visto che da tempo non risiedo più nel comune Y ma nel comune X (per intenderci dove ho preso la multa e tra l'altro in altra regione) ?

Come dovrò calcolare i giorni di prescrizione quando mi verrà (se) notificato il verbale di multa ?

Nel caso in cui la tentata consegna del verbale di multa sia avvenuta al vecchio indirizzo prima che fossero trascorsi i 30 giorni dalla data di effettiva variazione anagrafica, allora il termine dei 90 giorni previsto dalla legge decorre nuovamente

Volevo avere dei chiarimenti in quanto dopo essermi letto gran parte di quanto in questo (complimenti) curpulento sito non sono ancora riuscito a capire

Non è certamente un complimento il suo, ma, pazienza, bisogna accettare con serenità anche le critiche.

C'è un articolo, nella sezione riservata alla notifica della multa, in caso di variazione di residenza, che riporta, fra l'altro;

Le variazioni di indirizzo producono effetto dopo trenta giorni. Pertanto, le notifiche effettuate al vecchio indirizzo sono valide se effettuate entro il trentesimo giorno successivo a quello dell'avvenuta variazione.

La data di avvenuta variazione non è quella in cui il cittadino richiede la nuova residenza, ma quella in cui il comune di nuova residenza, dopo aver effettuato gli accertamenti necessari, di concerto con il comune originario, provvede ad effettuare le dovute modifiche agli archivi anagrafici.

Questa data viene comunicata, o comunque bisogna richiederne l'attestazione, perchè riveste particolare importanza non solo agli effetti della dilazione dei termini di notifica di un eventuale multa, ma anche a quelli fiscali (ad esempio la dichiarazione del 730 e l'imputazione corretta delle addizionali regionali e comunali IRPEF).

Per concludere, nel caso in cui la tentata consegna del verbale di multa sia avvenuta al vecchio indirizzo prima che fossero trascorsi i 30 giorni dalla data di effettiva variazione anagrafica, allora il termine dei 90 giorni previsto dalla legge decorre nuovamente, proprio dalla data di notifica del verbale in cui è stata constatata l'irreperibilità temporanea del destinatario.

4 ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Validità delle notifiche al vecchio indirizzo in caso di cambio di residenza
Nel caso di cambio di residenza, per verificare la validità della notifica degli atti effettuata al vecchio indirizzo, occorre fare riferimento alle seguenti regole. ...
Notifica del verbale di multa e cambio di residenza - Da quando decorrono i 90 giorni
Le comunicazioni al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) del cambio di residenza ritualmente dichiarato dal proprietario all'anagrafe comunale (nel rispetto della procedura da seguire e con l'indicazione anche dei dati relativi alla patente ed ai veicoli di proprietà) debbano essere eseguite di ufficio a cura degli uffici anagrafici. Pertanto, ove la ...
Notifica della multa e prescrizione dei termini
Le norme che disciplinano la notifica della  multa sono stabilite dal Codice Procedura Civile. Le norme stabiliscono che una la notifica della multa può avvenire, in assenza del destinatario o di persone di famiglia/conviventi (non palesemente incapaci o minori di anni 14), a persona addetta alla casa, ad un vicino ...
Notifica della multa non valida a indirizzo rilevato dal PRA qualora il destinatario abbia cambiato residenza
Non valida la notifica della multa all'indirizzo ottenuto dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico) qualora il destinatario abbia cambiato residenza. Questa la motivazione della sentenza 18049/2011 della Corte di Cassazione. Secondo i giudici di Piazza Cavour, infatti, il terzo comma dell'articolo 201 del codice della strada - laddove prevede che le ...
Il domicilio fiscale e la residenza anagrafica del contribuente
Salve, vorrei chiedere che differenza passa fra la residenza anagrafica ed il domicilio fiscale di un contribuente. Grazie. Il domicilio fiscale, a norma dell'articolo 58 dpr 600/73, per le persone fisiche coincide, generalmente, con la residenza anagrafica risultante dai registri demografici. I soggetti diversi dalle persone fisiche (persone giuridiche) invece, ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa in vecchio comune prima del cambio di residenza. Clicca qui.

Stai leggendo Multa in vecchio comune prima del cambio di residenza Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 4 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria multe ricorsi e sinistri - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca