Multa » Pochi euro di ammanco? Non raddoppia più

Chi paga immediatamente il verbale di multa nel minimo edittale omettendo le spese del procedimento non può più incorrere in una cartella esattoriale con richieste esorbitanti, ma potrà essere invitato dal comando di polizia semplicemente a regolarizzare il proprio versamento.

Ciò è stato evidenziato dall'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

L'innovativa interpretazione si rifà alla recente sentenza della Corte di Cassazione, 9507/2014 che di fatto scardina il consolidato orientamento per cui spese del procedimento e importo edittale sono considerati da sempre una entità unica.

Con la sentenza di fine aprile 2014, infatti, gli Ermellini hanno aperto una breccia importante, differenziando nettamente tra spese del procedimento e importo della sanzione.

Qualora nei termini non sia avvenuto il pagamento in misura ridotta, la multa raddoppia ma con tale meccanismo non centrano affatto le spese del procedimento. Del resto, estendere l'area della sanzione alle spese del procedimento non sarebbe coerente con il principio di legalità richiamato dall'articolo 1 legge numero 689/1981.

In parole povere, chi paga tempestivamente una multa trascurando solo le spese postali non può più ricevere cartelle esattoriali esorbitanti con sanzioni raddoppiate«perché il comune in questo caso ha solo diritto al recupero delle somme non versate, senza raddoppio del verbale.

9 giugno 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multa » Se manca l'indicazione del minimo e del massimo edittale della sanzione è comunque valida
E' comunque legittimo il verbale di multa che manca di minimo e massimo edittale sanzionatorio. Infatti, la mancata indicazione nel verbale del minimo e del massimo edittale della sanzione, prevista dal codice della strada, da comminare, sono irrilevanti rispetto a un quantum sanzionatorio che dovrà essere applicato dal prefetto, al ...
Multa per eccesso di velocità » Illegittima se fatta ad occhio dall'agente
Multa per eccesso di velocità : è illegittima la sanzione se viene fatta ad occhio dall'agente accertatore. Una multa per eccesso di velocità , se l'infrazione è rilevata solo dall'occhio del vigile, non è valida. Deve, infatti, essere documentata con sistemi fotografici, di ripresa video o con analoghi dispositivi. Il Giudice di ...
Impugnazione di una multa » L'amministrazione non si costituisce in giudizio? La sanzione è prescritta!
Se l'ente pubblico non si costituisce in giudizio davanti al giudice di pace, qualora sia in corso un procedimento di impugnazione contro un verbale di multa, la prescrizione non si interrompe, e la sanzione non deve essere onorata anche in caso l'automobilista abbia torto. Buone nuove per l'automobilista che impugna ...
Multe per violazione del Codice della strada elevate dalla polizia stradale - Se il pagamento avviene tramite home banking bisogna fare attenzione alla data di valuta
Come è noto, per le violazioni per le quali il Codice della Strada stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, il trasgressore, di regola, è ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notifica, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Salvo alcuni casi, per cui è prevista ...
Multe » Il taglio dei punti sulla patente non rende indeterminabile il valore della causa in tribunale
Nell'ambito di multe per la violazione del codice della strada, in caso di impugnazione taglio punti, come si determina e a quanto ammonta il contributo unificato in una causa in tribunale? In caso di opposizione ad un verbale di contestazione per violazione delle norme stradali, il cumulo della sanzione pecuniaria ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su multa » pochi euro di ammanco? non raddoppia più. Clicca qui.

Stai leggendo Multa » Pochi euro di ammanco? Non raddoppia più Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 9 giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca