Nuovo cambio di rotta sul C-mor

Successivamente, l'Autorità è ricorsa in appello e nel frattempo, il Consiglio di Stato, accogliendo l'istanza cautelare presentata, ha emesso l'ordinanza numero 2595 del 10/07/2013 che, di fatto, rendeva nuovamente operativo il sistema indennitario bocciato dal Tar Lombardo.

In attesa della sentenza di appello, quindi, la C-MOR rientrava nelle bollette degli utenti morosi.

Se da un lato questo meccanismo è nato per tutelare i venditori, troppo spesso vittime del “turismo energetico” dall'altra penalizza quegli utenti le cui morosità sono generate da contestazioni di fatture considerate per validi e fondati motivi, non congrue e non dovute.

Inoltre, va sottolineato che con l'applicazione di questo indennizzo, rimane comunque in capo all'utente l'obbligo di pagare le fatture insolute: ne consegue che se si ha un debito nei confronti di un gestore, con l'addebito della C-MOR, lo si paga all'incirca raddoppiato.

Sarebbe, sicuramente, più congruo che il vecchio fornitore, una volta incassato questo indennizzo dal gestore che gli è subentrato, provveda a stornarlo completamente dall'insoluto residuo e si appresti a calcolare una nuova fattura sulla quale applicare eventualmente unicamente gli interessi di mora.

Oggi proprio un caso che chiarisce quanto questo meccanismo, sia troppo sbilanciato.

Ad esempio, a fronte di uno scoperto di euro 401,86, viene addebitato un corrispettivo C-MOR di euro 311,91 e l'importo che ancora viene richiesto è rimasto esattamente lo stesso con il risultato che l'utente dovrebbe pagare in totale euro 713,77 e cioè poco meno del doppio dell'insoluto.

20 febbraio 2014 · Giovanni Napoletano

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca