La giurisprudenza di merito è orientata a ritenere legittima la sospensione della fornitura di gas solo a fronte di inadempimenti rilevanti

E' anche naturale che, in un contesto così frammentato e complesso, cominci ad emergere anche un rilevante contenzioso giudiziale fra società di distribuzione e clienti finali. Accade, pertanto, che il Tribunale di Cremona, con l'ordinanza 1317/14, abbia rigettato il ricorso di una società distributrice di gas che si rivolgeva al giudice per poter procedere coattivamente nei confronti del cliente moroso, allo scopo di disattivare la fornitura.

Il Tribunale adito ha ritenuto il ricorso non accoglibile, stabilendo che la possibilità di interrompere il servizio rimane legata alla sussistenza di un inadempimento di notevole importanza che, nel caso di specie, non risultava, a parere dei giudici, né dedotto, né documentato.

24 novembre 2014 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?