I costi del mancato o del ritardato pagamento di una bolletta relativa alla fornitura di elettricità

Indice dei contenuti dell'articolo


Se un cliente con contratto a condizioni regolate dall’Autorità (servizio di maggior tutela), paga la bolletta dopo la scadenza indicata, il venditore può chiedergli gli interessi di mora, per i giorni di ritardo, a un tasso pari al tasso di riferimento fissato dalla Banca Centrale Europea (BCE) aumentato del 3,5%.

Se, per esempio, il tasso di riferimento è al 3%, il tasso di mora che può essere applicato ai clienti morosi sarà del 6,5% annuo.

Il venditore può richiedere anche il pagamento delle sole spese postali per l’invio del sollecito.

Se un cliente con un contratto nel mercato libero, invece, paga dopo la scadenza indicata sulla bolletta stessa, il venditore può chiedere gli interessi di mora e le spese previste dal contratto.

25 Marzo 2014 · Giovanni Napoletano

Indice dei contenuti dell'articolo


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i costi del mancato o del ritardato pagamento di una bolletta relativa alla fornitura di elettricità. Clicca qui.

Stai leggendo I costi del mancato o del ritardato pagamento di una bolletta relativa alla fornitura di elettricità Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 25 Marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - acqua luce e gas Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)