SALVE! scusi il disturbo, purtroppo mi ritrovo a dover aprire una partita iva e non so che pesci prendere…

SALVE! scusi il disturbo, purtroppo mi ritrovo a dover aprire una partita iva e non so che pesci prendere…io devo iniziare a lavora da novembre prossimi, e il datore di lavoro mi ha preteso l apertura della partita iva…per un compenso di 800 euro mensili.. ora non avendo altra scelta devo aprirla per forza..mi saprebbe consigliare ch etio di partita iva è meglio per me? inizio attività, regime minimi o ordinario? le faccio presente che io su 8800 euro annui( perche ad agosto non si lavora) ne spenderò in viaggi per recarmi a lavoro e alberghi o stanza in affitto ( devo lavorare 2 giorni a settimana fuori città) cibo tra i 2500 euro e i 3500 euro. in piu, sono un' paramedico che non ha una cassa propria quindi devo pagare 24,7% di inps…
inoltre dal 2005 al 2007 ho lavorato come dipendente senza partita iva presso un ottico con un ccnl artigiani occhiali, assunta come impiegata e mansione ortottista( mio titolo professionale).. rientro nelle agevolazioni per inizio attività o no? e se si tra le tre opportunità, secondo lei, a me cosa conviene? la ringrazio infinitamente e spero in un suo aiuto.

Ti consiglio il regime dei minimi, in quanto toglie di mezzo l'iva che è un onere non indifferente (finanziariamente parlando);sgrava il commercialista di tutta una serie di adempimenti,quindi risparmi;visto che hai la gestione separata inps,utilizzerai il credito irpef derivante dalla dichiarazione dei redditi (xchè in corso d'anno già versi il 20%) in compensazione con i relativi contributi inps.Spero di essere stato chiaro.

Commento di consulente fiscale | Lunedì, 29 Settembre 2008

29 settembre 2008 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Avvio attività – prime formalità fiscali
Dal punto di vista fiscale, il primo atto formale per chi intraprende una attività economica, sia di tipo autonomo che imprenditoriale, è quello di segnalarlo all'Agenzia delle Entrate mediante la presentazione di apposita dichiarazione entro 30 giorni dall'inizio dell'attività o dalla costituzione della società. Sostanzialmente, gli adempimenti principali da assolvere ...
Recupero del TFR quando il datore di lavoro è fallibile ma non può essere dichiarato il fallimento
La legge prevede il pagamento del TFR da parte dell'INPS qualora il datore di lavoro, non soggetto a fallimento, non adempia, in caso di risoluzione del rapporto di lavoro, a detto pagamento, ma requisito indispensabile è che il lavoratore abbia infruttuosamente esperito l'esecuzione forzata per la realizzazione del credito. Ricordiamo, ...
Contributi INPS da versare nel caso in cui si eserciti nella stessa impresa attività di amministratore e di socio lavoratore
Le attività autonome, per le quali opera il principio di assoggettamento all'assicurazione prevista per l'attività prevalente, sono quelle esercitate in forma d'impresa dai commercianti, dagli artigiani e dai coltivatori diretti, i quali vengono iscritti in una delle corrispondenti gestioni dell'INPS: qualora il soggetto eserciti contemporaneamente, anche in un'unica impresa, varie ...
Indennità di disoccupazione - Si può richiedere la liquidazione anticipata per intraprendere un'attività autonoma
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione dell'indennità di disoccupazione ASpI o mini ASpI può richiedere la liquidazione anticipata in un'unica soluzione degli importi non ancora percepiti; ciò al fine di intraprendere un'attività di lavoro autonomo, ovvero per avviare un'attività in forma di auto impresa o di micro impresa, o per ...
Stabilità 2016 » Non avrai altro regime fiscale agevolato al di fuori di quello forfetario
Dal primo gennaio 2016 coloro che intendono avviare una nuova piccola impresa o attività professionale (aprendo una partita IVA) possono accedere al nuovo regime forfetario semplificato, introdotto dalla Legge di stabilità 2016. In questo modo, viene meno l'esigenza di rivolgersi a commercialisti e fiscalisti per la tenuta delle scritture contabili ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su salve! scusi il disturbo, purtroppo mi ritrovo a dover aprire una partita iva e non so che pesci prendere…. Clicca qui.

Stai leggendo SALVE! scusi il disturbo, purtroppo mi ritrovo a dover aprire una partita iva e non so che pesci prendere… Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 29 settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca