Mi affaccio adesso all’attività di recupero stragiudiziale dei crediti

Mi affaccio adesso all’attività di recupero stragiudiziale dei crediti.
E’ un mondo interessante e stimolante, tuttavia non mi sento abbastanza esperta(ho una laurea in giurisprudenza,ma una formazione prevalentemente penalistica).Avrei bisogno di consigli utili per quanto riguarda il contatto telefonico con il debitore, che è il primo step dell’attività di recupero. quali sono i modi più giusti per approcciarsi all’obbligato, cercando di apparire convincenti e credibili?
Grazie

Commento di Guenda | Martedì, 23 Settembre 2008

Hai centrato il problema Guenda. Il lavoro del recuperatore si basa, oltre che sullo studio della pratica, sulla comunicazione persuasiva.

Ci sono dei punti che devi tenere presente:

1) accertarsi che il debitore abbia consapevolezza del problema e lo riconosca come suo( nel caso non lo riconoscesse come suo sta a te fargli cambiare idea);

2) evidenziare i danni che gli possono derivare se non provvede prontamente (eventuali azioni legali ecc…);

3) proporre soluzioni per eliminare immediatamente il problema, conducendo il debitore sulla via della decisione;

4) risolvere eventuali dubbi e convincere il debitore all’azione senza ulteriori rinvii;

Non dimenticare mai che la cortesia e la simpatia fanno cambiare idea alle persone più facilmente di un atteggiamento intransigente e rabbioso.

Nei miei rapporti con i debitori mi sono sempre astenuta da qualsiasi tipo di giudizio, il mio atteggiamento è stato sempre quello del tipo sono una tua amica e ”sono qui per aiutarti a risolvere i tuoi problemi” .

Anche se sei laureata in giurisprudenza, ti consiglierei di non presentarti come avvocato o procuratore. Ti assicuro che la pratica a quel punto è bruciata al 99%.

Concordo con te che l’attività del recuperatore sia interessante e stimolante.

Se l’attività che svolgi all’interno del recupero crediti è quella di semplice funzionario, ti sconsiglierei caldamente di presentarti come avvocato(questo perché l’intervento di un avvocato si chiama in causa solo nel caso in cui il debitore si rifiuti di trovare un accordo col recuperatore, quindi in un secondo momento).

Prima di effettuare la telefonata spulcia attentamente tutta la pratica (all’interno puoi trovarci dei foglietti che sembrano insignificanti ma che possono contenere delle notizie utili, contestazioni, piani di rientro non rispettati ecc..)devi essere in grado di controbattere alle sue eventuali contestazioni, in questo modo apparirai convincente e credibile.

Il tuo atteggiamento non deve mai essere quello di chi ha nel proprio interesse l’esito positivo della pratica, ma devi fare in modo che il cliente percepisca che tu stai lavorando solo per tirarlo fuori definitivamente da una situazione scomoda.

Non dimenticare che nell’approccio telefonico devi evitare di parlare con tono piatto, senza ritmo o tentennante.

Se hai bisogno di altri chiarimenti non esitare a scrivermi, in ogni caso in bocca al lupo!

Commento di karalis | Martedì, 23 Settembre 2008

23 Settembre 2008 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il recupero crediti - dalla fase stragiudiziale al pignoramento
Il recupero crediti è un'attività che mira ad ottenere il pagamento di un credito (totale o parziale), sia quando il debitore rifiuta di onorarlo, sia quando si trova in una situazione di momentanea difficoltà ad adempiere la propria obbligazione. In ogni caso, prima di intraprendere la via giudiziaria (causa in tribunale con conseguente aggravio di oneri, costi e tempi), nella maggior parte dei casi, si tenta di risolvere il problema in via “bonaria” ottenendo un adempimento anche parziale in tempi ragionevoli. L'attività di recupero credito si articola in 2 diverse fasi: La procedura di recupero crediti “stragiudiziale” consente di evitare ...

Attività di recupero crediti e phone collection
Gli addetti al recupero crediti sono operatori di frontiera a cui è richiesta una particolare conoscenza del mercato in cui sono chiamati ad operare, dei soggetti che lo compongono, della natura e della genesi dei debiti. Gli addetti al recupero crediti, inoltre, devono disporre di abilità comunicative orientate a trattare la realtà, rimuovere pregiudizi, suscitare motivazioni e conseguenti comportamenti che determinino il rientro del credito, eventualmente senza scalfire la fidelizzazione del cliente. ...

Tutela del debitore - attività antitrust nel settore del recupero crediti
Nel corso del 2012, è emersa la rilevanza, alla luce del periodo congiunturale negativo che sta vivendo il nostro Paese, di pratiche commerciali scorrette connesse con la difficoltà dei consumatori di far fronte alle proprie posizioni debitorie. In particolare, l'Autorità ha acceso un faro sulla scorrettezza dei comportamenti di società di consulenza che promuovono,in modo ingannevole, la possibilità di ridurre l'esposizione debitoria (sia privata che pubblica) dei consumatori (limitandosi a richiedere pagamenti anticipati per l'invio di documentazione generica), nonché sui comportamenti di alcune società di recupero crediti che tentavano di ottenere il pagamento di presunti crediti, spesso prescritti o inesigibili, ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mi affaccio adesso all’attività di recupero stragiudiziale dei crediti. Clicca qui.

Stai leggendo Mi affaccio adesso all’attività di recupero stragiudiziale dei crediti Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 23 Settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria recupero crediti - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)