Melandri, 660 milioni per i prestiti d’onore

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!




Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Lo ha annunciato il ministro delle Politiche Giovanili. Mercoledì la firma della convenzione con l’Abi

“L’idea è quella di garantire agli studenti universitari un prestito bancario, presto saranno dunque disponibili 660 milioni per finanziare il costo di un master, le spese per l’Erasmus, l’acquisto di un computer o il pagamento del deposito per un contratto di affitto”.

Lo afferma il ministro per le Politiche Giovanili e le attività sportive Giovanna Melandri spiegando gli obiettivi della convenzione che firmerà mercoledì prossimo con l’Abi, finalizzata all’erogazione di prestiti d’onore agli studenti universitari.

“I bamboccioni, che poi tali non sono -sottolinea il ministro- potranno ricevere in prestito fino a 6 mila euro, garantiti per metà dal governo e per il resto, di fatto, dallo stesso sistema bancario”.

A poter accedere ai prestitid’onore saranno, spiega Melandri, “gli studenti tra i 18 e i 35 anni cittadini italiani, universitari o post-master. Purchè abbiano certi requisiti di merito”.

“Il tetto più alto è quello di 6 mila euro, tremila euro verranno invece garantiti a chi intende pagarci il deposito per un contratto di affitto. Duemila a chi indicherà come destinazione finale il pagamento di tasse universitarie. E mille a coloro che li destineranno all’acquisto di un computer o ai costi della sua connessione. Se la richiesta media si collocasse esattamente al centro della forchetta -aggiunge Melandri- cioè a 3 mila euro, si potrebbero dunque soddisfare 220 mila richieste”.

da VITA.it

14 Dicembre 2007 · Antonio Scognamiglio



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su melandri, 660 milioni per i prestiti d’onore. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • dalida 5 Dicembre 2008 at 15:12

    al sig. valentino montopoli volevo dire che sicuramente se fosse vero di certo non saresti tu il primo della lista a ricevere il bonus.
    prova a ricominciare dalle elementari e magari riuscirai anche a scrivere: se fosse vero non mi dispiacerebbe :-)

  • valentino montopoli 3 Gennaio 2008 at 18:29

    se fosse vero non mi dispiacerebbe

  • mery 20 Dicembre 2007 at 20:43

    beata te che credi che sia vero….ho l’impressione che sia sempre la solita fregatura!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • maria grazia 20 Dicembre 2007 at 10:30

    bene sono contenta finalmente si comincia a premiare la meritocrazia.Mi chiado con quale interesse la banca presta i soldi ai giovani?

  • c0cc0bill 15 Dicembre 2007 at 08:19

    Se se, tu sei convinto ancora che Gesù Cristo sia morto de freddo.
    Ma che, Nandù, sei nato la notte della “sgrullata”.? Datte ‘na mossa Nandù, che chi di speranza vive, disperato more.

  • nando 14 Dicembre 2007 at 17:56

    ehi, insomma vorresti dire che sono solo balle? e io che ero tutto gasato all’idea di poter prendere un prestisto d’onore…. ma dai scherzi dici balle …. non è possibile! se la Melandri ha annunciato che firmerà mercoledì prossimo la convenzione con l’Abi finalizzata all’erogazione di prestiti d’onore agli studenti universitari , io sono convinto che sarà facilmente accessibile a chi ne farà richiesta.!!!!!
    Anzi sai che ti dico ? sarò tra i primi a fare la domanda!

  • c0cc0bill 14 Dicembre 2007 at 14:56

    Ah Nando, ma ce fai o ce sei?
    Che sei de coccio?
    I meriti sò demeriti. Ce devi avè i natali… er sangue blu.
    Devi da conosce un ministro, un deputato, un senatore, un portaborze, un autista de presidente come minimo.
    Oppure un nepote, un criente … una favorita, una velina, una accompagnatrice de hotel Eccelsior. Quarcuna che te sa fà er presepe, famose a capì.
    Insomma Nandù, te devi fà ‘na casta.
    Te devi associà a ‘na mafia legalizzata, sennò li sordi der finanzaimento, er prestito d’onore, cor ca.. che li vedi.
    Se bekkamo Nandù…. stamme bene.
    E svejete, che me pari un rincojonito. Tu stai ancora a dormì.

  • nando 14 Dicembre 2007 at 14:09

    la cosa è molto ineressante, ma dove si possono trovare quali sono “i requisiti di merito”?

  • c0cc0bill 14 Dicembre 2007 at 12:02

    Hehehehehe prestito d’onore.

    .
    Ce risemo: er titolo di merito qual è? Figlio der barone a medicina?
    Oppure der politico segretario di partito? (vabbè ho sbajato, quelli fanno li stage a tempo indeterminato…).
    Certo ve le inventate tutte. Dopo il silenzio assenso per i fondi INPDAP, mò anche er prestito d’onore.
    Mejo se lo chiamavate prestito der disonore ….
    Alla prossima regà!!!!





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!