Melandri, 660 milioni per i prestiti d'onore

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

Lo ha annunciato il ministro delle Politiche Giovanili. Mercoledì la firma della convenzione con l'Abi

"L'idea è quella di garantire agli studenti universitari un prestito bancario, presto saranno dunque disponibili 660 milioni per finanziare il costo di un master, le spese per l'Erasmus, l'acquisto di un computer o il pagamento del deposito per un contratto di affitto".

Lo afferma il ministro per le Politiche Giovanili e le attività sportive Giovanna Melandri spiegando gli obiettivi della convenzione che firmerà mercoledì prossimo con l'Abi, finalizzata all'erogazione di prestiti d'onore agli studenti universitari.

"I bamboccioni, che poi tali non sono -sottolinea il ministro- potranno ricevere in prestito fino a 6 mila euro, garantiti per metà dal governo e per il resto, di fatto, dallo stesso sistema bancario".

A poter accedere ai prestitid'onore saranno, spiega Melandri, "gli studenti tra i 18 e i 35 anni cittadini italiani, universitari o post-master. Purchè abbiano certi requisiti di merito".

"Il tetto più alto è quello di 6 mila euro, tremila euro verranno invece garantiti a chi intende pagarci il deposito per un contratto di affitto. Duemila a chi indicherà come destinazione finale il pagamento di tasse universitarie. E mille a coloro che li destineranno all'acquisto di un computer o ai costi della sua connessione. Se la richiesta media si collocasse esattamente al centro della forchetta -aggiunge Melandri- cioè a 3 mila euro, si potrebbero dunque soddisfare 220 mila richieste".

da VITA.it

14 dicembre 2007 · Antonio Scognamiglio

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

1 7 8 9

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca