Debiti e recupero crediti – meglio un cattivo accordo che una causa persa (con quel che costano gli azzeccagarbugli)

Per la tipologia di credito che ci interessa può anche essere fatta valere la prescrizione decennale (la giurisprudenza non è fatta di nero o bianco, ma ha zone estesissime di grigio).

Tuttavia, supponiamo pure che la prescrizione sia annuale. L’avvocato di Milano non deve assumere nè pagare un legale. C’è lui e, credo, un’altra decina di colleghi che girano per tribunali, stipendiati.

Gente che in mezz’ora inoltra al Tribunale la richiesta di decreto ingiuntivo presentando un estratto conto di SKY da cui risultano rate non pagate (io le credo quando dice che lei le ha pagate quelle rate, ma purtroppo lei non ha nulla, loro hanno un estratto conto che avendo contribuito a determinare il ricavo di un bilancio societario ha un valore probante).

In alcune città già è funzionante il sistema che consente agli avvocato di inoltrare la richiesta di decreto ingiuntivo in modalità on line. Dunque nemmeno alzano il culo dalla sedia.

Poi c’è il foro. Se lei va a ritrovare il contratto scopriamo pure che il foro competente per mancato pagamento del dovuto è quello di Canicattì.

Lei dovrà allora pagare gli onorari non solo all’azzeccagarbugli con studio vicino casa, ma anche al suo compare di Canicattì se vuole opporsi. Per quello che poi servirebbe. Cioè a zero dal momento che lei non ha conservato le ricevute del pagamento.

E allora? Io posso senz’altro convenire con lei che ha ragione da vendere, che viviamo in una giungla, che gli avvocati sono una piaga, che non c’è giustizia, che quello che le stanno facendo è una pura estorsione. D’accordo su tutto. Ma mi stanca il solo pensarlo e a lei la mia solidarietà servirebbe a niente.

Ho preferito consigliarle di aderire al concordato, tentando di abbassare l’importo e sapendo che, purtroppo, quella transattiva è l’unica soluzione di buon senso.

Altrimenti può scegliere di non pagare. Ma se ha qualcosa da perdere sappia anche che il sistema, in un paio d’anni, farà lievitare quel debito, fra spese legali ed interessi di mora, a 2/3 mila euro.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debiti e recupero crediti cosa fare?
Ho 33 anni e un debito con una finanziaria di circa 10 mila euro e sempre con la stessa finanziaria una carta credito con saldo consumato di circa 3 mila euro. Per 2 anni ho pagato le rate poi ho chiuso il mio negozio e non ho più pagato. Oggi ho ricevuto una lettera per posta prioritaria da una società di recupero crediti. Mi comunicano che il debito e stato ceduto a loro e mi dicono che il debito sommando il finanziamento ammonta a 14 mila euro circa. Senza estratto conto, né nulla mi chiedono di saldare. Dopo mi contattano ...

Debiti per una causa persa ma non ho soldi - Posso chiedere anticipazione del Trattamento di Fine Rapporto?
Ho un debito di circa 23 mila euro con due avvocati per una causa persa: vorrei sapere se posso chiedere l'anticipo del tfr in azienda. Se è possibile devo dare per forza la motivazione all'azienda dove lavoro? Non ho soldi da parte e quindi non posso pagare il debito e non ho soldi mensili da mettere da parte perché abito da sola quindi ho un solo reddito, devo pagare mutuo, spese condominiali, finanziamento per ristrutturazione casa e tutte le altre spese come ognuno di noi. Conoscete un'altra possibilità di recuperare soldi onestamente? ...

Opposizione a decreto ingiuntivo - Disconoscere la copia degli estratti conto prodotti dalla società di recupero crediti e chiedere l'esibizione degli originali
Talvolta le società cessionarie dei crediti che banche e finanziarie vantavano nei confronti del debitore inadempiente, si avventurano nella richiesta di un decreto ingiuntivo, producendo agli atti una copia degli estratti conto cronologici forniti dal creditore originario, attestanti la presunta evoluzione temporale della posizione debitoria, con il dettaglio delle rate dovute e non versate, comprensive degli interessi corrispettivi e di quelli moratori e giustificando, così, l'ammontare complessivo dell'importo preteso. Sarebbe opportuno, per il debitore, contestare la conformità all'originale della copia dell'estratto conto depositata in atti dal creditore procedente, disconoscendo il documento in modo formale in sede di opposizione al decreto ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debiti e recupero crediti – meglio un cattivo accordo che una causa persa (con quel che costano gli azzeccagarbugli). Clicca qui.

Stai leggendo Debiti e recupero crediti – meglio un cattivo accordo che una causa persa (con quel che costano gli azzeccagarbugli) Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)