Statuto dei diritti del contribuente

Lo Statuto dei diritti del Contribuente, introdotto dalla Legge numero 212 del 2000 rappresenta una tappa importante perché con esso è stato possibile attuare nell'ordinamento tributario i principi costituzionali di trasparenza e imparzialità dell'azione amministrativa.

Nello Statuto del Contribuente sono raccolte una serie di norme che codificano i diritti dei contribuenti nell'ambito dell'attività di accertamento esercitata dagli Uffici fiscali e, in particolare, le garanzie che il contribuente può far valere in occasione di verifiche da parte degli uffici dell'Amministrazione finanziaria civile o della Guardia di Finanza.

Lo Statuto disciplina anche il modo di produzione delle leggi in materia tributaria, prevedendo regole per migliorare l'accessibilità e la comprensibilità delle norme fiscali; elenca e sancisce una serie di imprescindibili diritti che il contribuente può far valere in suo favore e una serie di doveri cui l'amministrazione deve attenersi per favorire un rapporto leale e franco con il contribuente. Rappresenta un sistema generale di garanzie del cittadino e ha pertanto favorito l'instaurarsi di un rapporto di collaborazione tra l'Agenzia delle Entrate e i contribuenti.

Nel proclamare l'importanza fondamentale del diritto all'informazione lo Statuto del Contribuente ha innescato un processo radicalmente innovativo che ha portato l'Agenzia delle Entrate ad attivarsi nel processo di informatizzazione e modernizzazione di tutti gli strumenti informativi possibili velocizzandoli ed elevandoli qualitativamente.

Lo Statuto disciplina inoltre due istituti particolarmente importanti: il diritto d'interpello ed il Garante del contribuente, organo indipendente che svolge funzioni di tutela del contribuente nei confronti dell'attività degli Uffici finanziari.

Per fare una domanda sullo statuto del contribuente, sul contenzioso tributario, su fisco e tasse in genere, sulle cartelle esattoriali clicca qui.

7 agosto 2013 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Statuto dei diritti del contribuente – il garante
È un organo collegiale istituito presso ogni Direzione regionale dell'Agenzia delle Entrate (e presso le analoghe strutture delle province autonome di Trento e Bolzano) e rappresenta un valido strumento di tutela e di mediazione tra i cittadini e l'Amministrazione finanziaria. È composto da tre membri scelti fra altrettante categorie di ...
Statuto dei diritti del contribuente - Equitalia trova a Salerno un giudice che lo applica
Un giudice di Salerno, con la sentenza numero 3688 del 2012, ha ristabilito un equilibrio. Non si può essere debitori a vita, e questo principio è valido anche  nel caso in cui si tratti di debiti tributari. Equitalia, dunque, deve rispettare il codice del contribuente ma non solo. Deve anche ...
Sanzioni Fiscali » Statuto del contribuente - Principio del favor rei
Allentata la morsa sulle sanzioni fiscali. Il giudice potrà applicare d'ufficio al contribuente sanzioni meno salate, anche se entrate in vigore successivamente all'accertamento. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 1656 del 24 Gennaio 2013, ha sancito che: In tema di sanzioni tributarie, alla abrogazione ...
Le nozioni di abuso del diritto ed elusione fiscale introdotte nello Statuto del contribuente
Com'è noto, il 1° ottobre 2015 è entrata in vigore la nuova disciplina (decreto legislativo 128/15) dell'abuso del diritto o elusione fiscale, nozione prevista adesso dall'articolo 10 bis dello Statuto del contribuente. Secondo le nuove disposizioni, configurano abuso del diritto una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur ...
Accertamenti fiscali - procedura e garanzie per il contribuente
In caso di verifiche fiscali, il contribuente ha diritto di farsi assistere e di ricorrere al Garante del contribuente a fronte di scorrettezze o violazioni di legge da parte degli organi accertatori. La Legge numero 212/2000 ("Statuto del contribuente") prevede all'articolo 12 le modalità con cui possono essere effettuati gli ...

Spunti di discussione dal forum

Quali i termini di prescrizione per i debiti contributivi INPS?
In data 08 marzo 2016 ho ricevuto cartella Equitalia per contributi IVS fissi/percentuale non pagati negli anni 1996/1997/1998/1999: nel febbraio 1999 ho cessato la mia attività e non ho mai ricevuto notifiche di pagamento ai miei indirizzi di residenza (se hanno notificato non so dove possano aver inviato le richieste).…
Avvisi di accertamento fiscali via posta elettronica certificata – Possono essere inoltrati anche ad un comune cittadino dotato di PEC?
Due domande: 1. Il servizio di avviso SMS, tanto pubblicizzato, riguarda anche gli avvisi di accertamento? (Si parla genericamente di comunicazioni). 2. E' possibile chiedere la notificazione degli atti dell'agenzia delle entrate ad un indirizzo pec, per un comune cittadino? Dalla lettura del attuale versione della art. 60 lettera f…
Rimborso agenzia delle entrate bloccato per debiti iscritti a ruolo
L'Agenzia comunica al contribuente che gli spetta un rimborso di 1200 euro, questa invece di liquidare le somme, comunica a Equitalia l'esistenza del rimborso; quest'ultima mi propone la compensazione con delle cartelle esattoriali chiedendomi di autorizzare o meno entro 60 giorni. Il punto è che molte cartelle esattoriali indicate per…
Cosa fare se l’Agenzia delle Entrate rifiuta di fornire chiarimenti in merito agli accertamenti notificati al contribuente?
Sono stata all'agenzia delle entrate dove si sono rifiutati di darmi informazioni su una richiesta di pagamento che mi è arrivata. Vi spiego nel dettaglio: ho ricevuto una cartella Equitalia (prima notifica nel 2016) relativa all'anno 2005. Equitalia mi rimanda all'ente creditore. Vado all'agenzia dell'entrate (l'ente creditore) e chiedo di…
Prescrizione Tarsu 2008
Può un comune far pervenire gli avvisi bonari di pagamento (targati equitalia e oltretutto senza timbro postale per evidenziare la data del ricevimento) Tarsu 2008 a Maggio 2014? Premesso che il mancato pagamento di questo avviso comporta l’arrivo della cartella esattoriale; L’articolo 1 comma 163 della legge 27 dicembre 2006,…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su statuto dei diritti del contribuente. Clicca qui.

Stai leggendo Statuto dei diritti del contribuente Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 7 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria lo statuto dei diritti del contribuente e gli strumenti di tutela Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?