Indice del post illegittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo può essere legittimamente determinato da motivazioni inerenti l'attività produttiva e l'organizzazione del lavoro: si tratta, dunque, di motivazioni riconducibili a specifiche esigenze aziendali che impongono la soppressione del posto di lavoro oppure a circostanze individuate dal datore di lavoro come un valido motivo di risoluzione del rapporto. Tra le motivazioni riconducibili a specifiche esigenze aziendali rientrano la soppressione di posti di lavoro a causa di innovazioni tecnologiche (ad esempio, l'automazione spinta dei processi); a causa di riassetti organizzativi (per una società di recupero crediti, può causare giustificato motivo oggettivo di licenziamento la decisione [ ... leggi tutto » ]

La legge Fornero (ricordate Elsa, la piagnucolosa ministra del disastroso governo Monti?) prevede che, nel caso di licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo, il datore di lavoro che abbia alle proprie dipendenze più di quindici lavoratori nella stessa unità produttiva o nello stesso Comune o comunque più di sessanta complessivamente, debba seguire una specifica procedura. Per valutare appieno la portata perniciosa, nei confronti dei lavoratori, delle norme messe a punto dalla professoressa titolare del dicastero del lavoro e delle politiche sociali, basterà ricordare che prima del 18 luglio 2012 (data di entrata in vigore della legge 92/2012 che porta [ ... leggi tutto » ]

Le cause di nullità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, rilevabili in sede giudiziale, sono quelle riconducibili a discriminazione, indipendentemente dal motivo formalmente addotto (razza, religione, etnia, appartenenza politica ecc.) e indipendentemente dal numero di dipendenti occupati dall'azienda e dalla qualifica del lavoratore (la nullità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo dovuto a discriminazione si applica anche ai dirigenti). E' nullo, altresì, il licenziamento per giustificato motivo oggettivo quando sia stato intimato alla lavoratrice che abbia contratto matrimonio nel periodo intercorrente dal giorno della richiesta delle pubblicazioni fino ad a un anno dopo la celebrazione stessa del matrimonio, oppure [ ... leggi tutto » ]

In conseguenza alla nullità del licenziamento in base a giustificato motivo oggettivo, rilevata dal giudice limitatamente ai casi di discriminazione, matrimonio e maternità, mancanza o carenza di motivazione nella comunicazione preventiva e nella lettera di licenziamento; omesso rispetto delle procedure di legge, mancata giustificazione del licenziamento per sopraggiunta inidoneità fisica o psichica del lavoratore assunto in forza della legge sul collocamento dei disabili nonché mancato superamento dei limiti temporali di comporto per la conservazione del posto di lavoro in caso di malattia od infortunio, il datore di lavoro sarà condannato a reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro e [ ... leggi tutto » ]

1 settembre 2015 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Licenziamento del lavoratore per giustificato motivo oggettivo - Illegittimo se intimato per una crisi aziendale in corso da tempo
Il giustificato motivo oggettivo alla base del licenziamento del lavoratore deve essere valutato sulla base degli elementi di fatto esistenti al momento della comunicazione del recesso, la cui motivazione deve trovare fondamento in circostanze realmente esistenti, con la precisazione che nella nozione di giustificato motivo oggettivo di licenziamento è riconducibile ...
Licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo
Nel licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo, determinato da ragioni inerenti l'attività produttiva, la causa che determina il recesso non è un generico ridimensionamento dell'attività imprenditoriale, ma consiste nella necessità di procedere alla soppressione del posto o del reparto cui è addetto il singolo lavoratore, soppressione che deve essere diretta ...
Legittimo il demansionamento del lavoratore se l'alternativa è il licenziamento per giustificato motivo oggettivo
E' valido il patto di demansionamento che, ai soli fini di evitare un licenziamento, attribuisca al lavoratore mansioni, e conseguente retribuzione, inferiori a quelle per le quali era stato assunto o che aveva successivamente acquisito, prevalendo in tal caso l'interesse del lavoratore a mantenere il posto di lavoro. Tale patto ...
Licenziamento per giustificato motivo oggettivo - A carico del datore di lavoro l'onere di dimostrare l'impossibilità di repèchage per il lavoratore licenziato
Il legislatore ha disciplinato le ipotesi in cui si presenta la necessità di sopprimere determinati posti di lavoro a causa di scelte attinenti all'attività produttiva, all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa (articolo 3 legge 604/1966). Compete ai giudice il controllo in ordine all'effettiva sussistenza dei motivo addotto ...
Licenziamento per giustificato motivo oggettivo ed esigenze di riassetto organizzativo aziendale
Il motivo oggettivo di licenziamento determinato da ragioni inerenti all'attività produttiva, nel cui ambito rientra anche l'ipotesi di riassetto organizzativo attuato per la più economica gestione dell'impresa, è rimesso alla valutazione del datore di lavoro, senza che il giudice possa sindacare la scelta dei criteri di gestione dell'impresa, atteso che ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post illegittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Illegittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 1 settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria lavoro e pensioni Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca